iscrizionenewslettergif
Politica

Provincia: frizioni nella maggioranza per la bandiera “leghista”

Di Redazione1 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede della Provincia di Bergamo

La sede della Provincia di Bergamo

BERGAMO — Rischia di avere anche conseguenze politiche l’iniziativa del presidente leghista della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano di cambiare la bandiera dell’amministrazione provinciale, sostituendo la scritta latina “Bergomatum Ager” con quella in dialetto “Berghem” e i tradizionali colori giallo e rosso dello sfondo con un più padano verde.

L’iniziativa ha incassato fin dall’inizio le prevedibili critiche dall’opposizione, ma ora Pirovano si trova sottoposto anche al “fuoco amico” degli alleati di maggioranza del Pdl. Dopo una prima critica del coordinatore provinciale pidiellino Carlo Saffioti, che sabato aveva parlato di “disappunto” di fronte a “forzature”.

Ora sono scesi in campo (tutti su Facebook) anche altri membri del partito. A partire dal consigliere provinciale Matteo Oriani che ha definito la bandiera “l’ennesima iniziativa leghista superflua. I problemi sono altri, non bandiere verdi con scritte in dialetto”. Segue, sempre su Facebook, un commento dello stesso Saffioti che si dice “Assolutamente d’accordo” con Oriani.

Il gruppo “Boicottiamo la nuova bandiera della Provincia di Bergamo” intanto ha raggiunto circa 400 iscritti.


Nomine Atb: niente presidenza per Antonello

L'Atb Point di Porta Nuova BERGAMO -- Novità in vesta sulle nomine nelle società municipalizzate. Dopo essere stato in predicato ...

Consiglio (Lega): bravo Pirovano, giusto riconoscimento ai bergamaschi

Nunziante Consiglio BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo l'intervento del deputato della Lega Nord Nunziante Consiglio a sostegno ...