iscrizionenewslettergif
Economia

Nuovo fisco: via gli studi di settore e fatture elettroniche

Di Redazione31 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
In arrivo novità sul fronte fiscale

In arrivo novità sul fronte fiscale

La nuova finanziaria introduce importanti novità dal punto di vista fiscale. Pare che gli studi di settore abbiano i giorni contati. Verranno aboliti, almeno per le categorie dei professionisti. Anche perché, se il nuovo sistema funzionerà come deve, non dovrebbero sfuggire agli uomini del fisco nemmeno le spese personali particolarmente elevate e gli acquisti di beni di lusso.

Questo per merito della fattura elettronica, obbligatoria sopra i tremila euro. Il grossista dovrà fatturare al dettagliante il quale, a sua volta, dovrà emettere fattura al cliente finale, anche se privato cittadino. E tutto, qui sta il segreto, non resterà negli archivi dei commercianti, ma finirà direttamente all’Agenzia delle Entrate, la quale potrà tenere sotto controllo l’intera filiera. In concreto: chiunque comprasse un anello di diamanti, una pelliccia o un costoso abito firmato, il Fisco verrebbe a saperlo. Sempre in teoria, naturalmente.

In questo mondo “fiscalmente perfetto” non verranno risparmiate nemmeno le società. Metà di tutte quelle iscritte alle Camere di commercio chiudono in perdita. Una percentuale esagerata. Il sospetto è che i bilanci in perdita siano frutto di elusione fiscale piuttosto che di cattive performance economiche. Anche perché spesso hanno la funzione di custodire qualche proprietà immobiliare o lo yacht di famiglia. Senza parlare delle società che aprono e chiudono i battenti nel giro di un anno. Decisamente troppe per non far sorgere il dubbio che la loro vita effimera sia dovuta a motivazioni truffaldine: per esempio la fabbricazione di fatture false. Ecco perché, assicura l’Agenzia delle Entrate, saranno oggetto di controlli a tappeto. La Guardia di finanza sarebbe già al lavoro.

Bosatelli tenta l’acquisto di Gewiss, per uscire dalla borsa

Il marchio della Gewiss Unifind, anche per conto di Polifin che fa capo a Domenico Bosatelli e alla moglie ...

Bergamo: crescono dello 0,1 per cento i prezzi al consumo

Crescono di poco i prezzi al consumo BERGAMO -- A maggio 2010, l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), a ...