iscrizionenewslettergif
Politica

Ufficiale: Gianantonio Arnoldi abbandona l’Udc

Di Redazione28 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianantonio Arnoldi

Gianantonio Arnoldi

BERGAMO — “A queste condizioni abbandono l’Udc”. Con queste parole Gianantonio Arnoldi lascia ufficialmente il partito di Casini e Cesa. Una decisione meditata da tempo. Da quando il partito centrista ha deciso di correre da sé e fare da “argine” contro il centrodestra – e soprattutto la Lega – al nord Italia.

Arnoldi, stavolta lascia davvero?
E’ stato l’azzeramento dei vertici regionali, l’ennesima imposizione di una linea da parte di Roma, a farmi prendere la decisione. Meno male che la mia esperienza con l’Udc si chiude qui.

La goccia che fa traboccare il vaso…
Già da tempo avevo espresso le mie critiche a una linea politica che si era rivelata disastrosa alle scorse elezioni regionali. Sono stato il primo insieme ad altri amici a prendere posizione contro una tattica politica che mi sembrava suicida. L’ho detto in molto sedi. Ora Cesa e Casini, invece, di ravvedersi decidono di confermare quelle linea e in Lombardia di mettere al vertice del partito Savino Pezzotta, persona degnissima sia chiaro, ma che non guarda certo al dialogo con il centrodestra e con la Lega.

Il dissenso dunque è solo politico?
No. E’ anche una questione di metodo. Mi risulta che i vertici dell’Udc lombardo siano stati “liquidati” in quattro e quattr’otto senza una discussione politica seria. Baruffi è stato fatto fuori senza una telefonata. Lo stesso per Franco Massi, che tanto ha fatto per questo partito.

Ma ora Casini propone il Partito della Nazione…
Partito della Nazione è un nome improponibile, perché cela in sé l’ennesima contrapposizione stupida al federalismo

Difficile immaginare per lei un futuro senza politica. Dove andrà ora? Si parla di un suo ritorno nel Pdl…
Mi passi la battuta. Anche il Pdl per certi versi è un partito della nazione. Forse è il momento di superare le attuali forme partitiche.

Quindi…
Andrò con alcuni amici perché la politica oggi si fa scegliendo gli uomini, non più i partiti.


Cesa azzera i vertici regionali: Pezzotta nuovo coordinatore dell’Udc

Savino Pezzotta MILANO -- Savino Pezzotta è il nuovo coordinatore regionale dell'Udc in Lombardia. Lo ha annunciato ...

Arnoldi: questa manovra fa pagare la crisi ai portatori di handicap

Gianantonio Arnoldi BERGAMO -- "Questa manovra economica è un'assurdità perché colpisce la fasce sociali più deboli. In ...