iscrizionenewslettergif
Economia

Effetto dazi, Tenaris vola in borsa

Di Redazione27 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Tenaris

La Tenaris

Con buona pace della crisi e delle ristrutturazioni in atto, la Tenaris spicca il volo a piazza Affari, incoraggiata dal rincaro del prezzo del petrolio, dall’upgrade di Exane Bnp Paribas e dalla notizia che il Governo messicano ha deciso di introdurre un dazio sui tubi prodotti in Cina.

L’azione dell’azienda che fa capo alla famiglia Rocca ieri è arrivata a guadagnare il 6,14 per cento attestandosi a quota 14,70 euro (massimo a 14,76 euro).

La mossa di introdurre un dazio sui tubi prodotti in Cina è stata sollecitata da una denuncia da parte di Tamsa, la divisione messicana di Tenaris. La tariffa sui tubi cinesi viene applicata a partire da oggi. L’azienda con base a Bergamo, inoltre, beneficia anche dell’andamento del prezzo del greggio, che sta tentando di riportarsi sopra quota 70 dollari al barile.

Secondo la banca francese, il titolo ha sottoperformato troppo il mercato dopo avere diffuso una trimestrale debole. Le recenti vendite sul mercato hanno spinto le quotazioni a livelli interessanti che a questo punto rappresentano un’occasione d’acquisto.

Credito Bergamasco: Calegari esce dal Cda

Il Credito Bergamasco In data odierna, Italo Calegari ha comunicato la decisione di rinunciare all'incarico di componente del ...

Tito Lombardini nuovo presidente dell’Accademia Carrara

L'Accademia Carrara Il Consiglio di Amministrazione dell’Accademia Carrara, riunitosi questa mattina a Palazzo Frizzoni, ha nominato all’unanimità ...