iscrizionenewslettergif
Poesie

“Ah tu non resti” di Mario Luzi

Di Redazione25 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Ah tu non resti inerte nel tuo cielo
e la via si ripopola d’allarmi
poiché la tua imminenza respira contenuta
dal silenzio di lucide pareti
e dai vetri che fissano l’inverno.
Camminare è venirti incontro, vivere
è progredire a te, tutto è fuoco e sgomento.
E quante volte prossimo a svelarti
ho tremato d’un viso repentino
dietro i battenti d’una antica porta
nella penombra, o a capo delle scale.


“Perchè ti amo” di Herman Hesse

Pink-Meets-Blue-W-723460Perché ti amo, di notte son venuto da te così impetuoso e titubante e tu non me ...

“Cupido” di Johann Wolfgang Goethe

jean_leon_gerome_016_Painting_Breathes_Life_into_Sculpture_1893Cupido, monello testardo! m'hai chiesto un riparo per poche ore, e quanti giorni e notti ...