iscrizionenewslettergif
Bergamo

La mostra dei baci omosex nella cattolicissima Santa Caterina

Di Redazione17 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Borgo Santa Caterina in un'immagine di repertorio

Borgo Santa Caterina in un'immagine di repertorio

SANTA CATERINA — “Non l’hanno voluta al Quadriportico, siamo più che orgogliosi di ospitarla noi domenica prossima”: così Francesca Seghezzi, della segreteria provinciale della CGIL di Bergamo, ha annunciato che la mostra “della discordia” dal titolo “I baci rubati” curata dal Comitato “Bergamo contro l’omofobia” è stata allestita e aperta al pubblico domenica 16 maggio, al Toolbox, lo spazio Cgil under 35, che si trova nella cattolicissimo quartiere di Borgo Santa Caterina.

“Bergamo contro l’omofobia” aveva chiesto di poter allestire l’esposizione fotografica, con immagini di baci omosessuali, al Quadriportico del Sentierone, in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia del 17 maggio. La Giunta comunale non aveva concesso l’autorizzazione. Al proposito il sindaco Franco Tentorio aveva detto all’agenzia Ansa: “L’allestimento all’aperto in pieno centro ci è sembrato inopportuno. Abbiamo posto attenzione alla sensibilità di bambini e anziani”.

“Siamo contenti che in quest’occasione Toolbox possa essere uno spazio dove diritti, creatività e lotta ai pregiudizi trovano casa” continua Seghezzi. “Invitiamo il sindaco Tentorio a venire qui in Borgo Santa Caterina a visitare la mostra come segnale di impegno civico in tempi delicati come questi, dove l’omofobia cresce e si rafforza”.

“La mostra vuole essere un momento artistico di aggregazione e sensibilizzazione, a dimostrazione di come l’amore non abbia distinzione di orientamento sessuale” sostengono Laura Liverani e Elisa Radesca del Comitato Bergamo contro l’omofobia. “Saranno esposte fotografie che ritraggono baci sia eterosessuali che omosessuali, spedite dalla gente. Le fotografie migliori saranno votate dai visitatori della mostra. Crediamo fermamente che solo attraverso il dialogo e il confronto con diverse realtà umane si possa trovare un punto in comune e ci auguriamo che in un clima artistico il confronto si arricchisca ulteriormente. A questo proposito le fotografie ritrarranno semplicemente la quotidianità dell’amore espressa nella sua forma più bella, pura ed elegante: il bacio”.
www.bergamocontrolomofobia.wordpress.com

La mostra verrà poi trasferita lunedì 17 maggio all’Auditorium di Piazza della Libertà. Fa parte delle iniziative organizzate a Bergamo in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia da sabato 15 a lunedì 17 maggio da Arci, Cives Arcigay, Arcilesbica, Bergamo contro l’omofobia, Cgil, Milk, Bergamo laica, Diritti certi associazione radicale, Rete Lenford.


Settantenne attraversa la strada: travolto da uno scooter

Un'ambulanza BORGO PALAZZO -- Un uomo di 70 anni è ricoverato in ospedale in gravi condizioni ...

Bergamo bella? La fontana del Tritone in condizioni spaventose (video)

La fontana del Tritone è in condizioni spaventose CENTRO CITTA' -- La verità come spesso accade, viene dagli occhi senza malizia dei bambini. ...