iscrizionenewslettergif
Valseriana

Viadotto Nembro-Cene: pali di rinforzo più corti del necessario

Di Redazione14 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un viadotto

Un viadotto

BERGAMO — Secondo le normative di costruzione, il viadotto doveva essere costruito con pali di rinforzo lunghi ciascuno 8-10 metri. In realtà invece sarebbero stati utilizzati pali da 60 centimetri. E’ questa l’accusa illustrata in tribunale da un operaio della ditta di costruzioni Edilcos che aveva ricevuto in subappalto i lavori della superstrada Seriate-Nembro-Cene.

In questo modo l’impresa edilizia avrebbe fatto la “cresta” sui costi dell’appalto buggerando i tecnici dell’Anas venuti a ispezionare i lavori e fare i controlli del caso. Secondo il pubblico ministero Giancarlo Mancusi, in tre viadotti del tratto Nembro-Albino non sarebbero stati posati tutti i micropali di rinforzo ai piloni di cemento previsti dal progetto. Gli esperti nominati dalla procura e dell’Anas hanno accertato che la stabilità della struttura non è stata compromessa. Ma secondo l’accusa c’è stato un guadagno illecito da parte dell’impresa.

L’inchiesta è partita nel 2006. Il capocantiere della Carena, la ditta di Genova che ha vinto l’appalto dell’opera, ha patteggiato a due anni per truffa aggravata ai danni dello Stato e frode nelle forniture pubbliche. Ma l’indulto li ha cancellati. Delle stesse accuse devono rispondere due imprenditori bergamaschi Giulio Fenaroli di Villongo e Cristiano Quagliati di Gazzaniga.

Forte temporale in Valseriana illumina il cielo di Bergamo (video)

Il temporale in Valseriana illumina il cielo di Santa Caterin BERGAMO -- L'ampia area depressionaria che staziona sull'Europa manterrà condizioni di tempo perturbato con instabilità ...

Auto in doppio sorpasso fa un frontale con una moto

L'interno dell'ambulanza CLUSONE -- Scontro frontale fra un'auto e una moto sulla provinciale per Clusone. Un quarantenne ...