iscrizionenewslettergif
Bergamo

Opere d’arte sull’acqua all’Urban center

Di Redazione14 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I vincitori del concorso con il presidente del Consorzio Marcello Moro

I vincitori del concorso con il presidente del Consorzio Marcello Moro

BERGAMO — Giovedì 13 maggio alle ore 18 è stata inaugurata presso l’Urban Center di Bergamo in Piazzale degli Alpini la mostra concorso d’arte “Acqua: confini invisibili”, promossa dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca.

Le 20 opere esposte, 5 per ogni categoria (pittura, video-animazione, fotografia e installazione-scultura) sono il risultato di un’accurata selezione effettuata dalla commissione giudicatrice tra gli oltre 100 lavori pervenuti da artisti, affermati e non, di tutta la provincia.

Una scelta difficile quella dei giurati, considerato che tutte le opere d’arte ricevute hanno dimostrato un’apprezzabile dose di originalità e creatività, prendendo spunto dalla traccia fornita dagli organizzatori: acqua intesa come trasparenza e purezza, risorsa fondamentale, che sfugge ad ogni confine e custodisce in sé il segreto poetico e metaforico della vita.

Se la scelta dei finalisti del concorso è stata decretata da un’apposita commissione, la scelta dei vincitori, uno per ogni categoria, è stata effettuata direttamente dai 20 finalisti nella stessa serata di giovedì. Grazie ad un’innovativa modalità di votazione, gli artisti hanno contribuito direttamente a scegliere i quattro vincitori, che si sono aggiudicati altrettante borse di studio del valore di 1.500 € ciascuna.

I vincitori delle quattro categorie in gara sono: Alfredo Colleoni con l’opera “Animale Superiore” (pittura), Silvia Valenti “Mare Dentro” (video animazione), Paolo Baraldi “Ritorno all’origine” (fotografia) e Andrea Zanotti “2025 Dreaming Water” (installazione-scultura).

Le restanti 16 opere finaliste esposte (più una fuori concorso) sono quelle degli artisti: Marco Chiodi, Matteo Caglioni, Mariella Guzzoni, Paolo Fumagalli e Fabio Grassi (fuori concorso) per la categoria video-animazione; Nadia Mologni, Marco Spiranelli, Fabio Linari ed Elio Maffeis per la pittura. Alexia Ribolla, Gjoke Gojani, Luca Resta e Samuel Fortunato/Alessandro Ausenda per la categoria installazione-scultura; Maria Giulia Di Blasi, Elisa Lauzana, Dimitri Salvi e Alice Pozzoli per la sezione fotografica.

Il Presidente del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca Marcello Moro ha dichiarato: «Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, rivolta alle scuole d’arte di Bergamo e provincia, quest’anno abbiamo deciso di allargare il concorso a tutti gli artisti bergamaschi, elevando ulteriormente la qualità delle opere. Ritengo, infatti, che l’arte possa veicolare messaggi importanti, nel caso specifico stimolare riflessioni sul tema dell’acqua, risorsa fondamentale e preziosa. È anche grazie ad iniziative come queste che il Consorzio intende far conoscere l’importante azione che svolge quotidianamente, al fine di tutelare e salvaguardare il territorio in cui opera».

Le 20 opere finaliste rimarranno esposte all’Urban Center fino a domenica 23 maggio a disposizione di tutti gli amanti dell’arte. Gli orari di apertura al pubblico sono i seguenti: da lunedì a sabato dalle 15 alle 19. In mattinata, previa prenotazione, la mostra è visitabile per le scuole e le comitive interessate.


Meteo: dopo giorni di pioggia, domenica torna il sole

Torna finalmente il sole nel fine settimana BERGAMO -- Qualche sprazzo lo abbiamo visto in questi giorni. Ma il sole dovrebbe tornare ...

Settantenne attraversa la strada: travolto da uno scooter

Un'ambulanza BORGO PALAZZO -- Un uomo di 70 anni è ricoverato in ospedale in gravi condizioni ...