iscrizionenewslettergif
Sport

Del Neri andrà alla Juve. Con Bergamo nel cuore

Di Redazione14 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luigi Del Neri

Luigi Del Neri

BERGAMO – La notizia ti strappa un sorriso come se arrivasse a toccare un amico. Qualcuno a cui vuoi bene, di cui ti interessa che il futuro sia bello e ricco di soddisfazioni. Già, perché sapere che Luigi Del Neri andrà a lavorare per la Juventus è qualcosa di sensazionale.

Il “fùrlan” che ha fatto divertire per due anni i tifosi dell’Atalanta sta portando la Sampdoria in Champions League ma non rimarrà a Genova. Restano solo da firmare i contratti ma è ormai appurato che il nuovo corso bianconero punti forte su Gigi da Aquileia e sul suo staff.

Sicuramente l’arrivo di Marotta ha agevolato la scelta, ricordiamo che per quella panchina si parlava di Prandelli e Benitez, ma siamo davanti al trionfo della schiettezza, della serietà, di un metodo di lavoro che nelle ultime tre stagioni ha dato risultati davvero importanti.

L’uomo che decise di non rinnovare per la terza volta con l’Atalanta nonostante non avesse ancora alternative plausibili, adesso correrà in soccorso della Vecchia Signora. Chi non lo conosce, quelli che ragionano per stereotipi pensando tutti gli uomini di calcio affaristi e bramosi di denaro, non accetteranno mai l’idea che l’allenatore abbia mollato Bergamo a malincuore e senza avere già un’alternativa pronta. Si fideranno di chi lo considera uno pieno d’ambizione che ha puntato i piedi a Zingonia chiedendo una squadra europea. Ignoreranno che la Sampdoria è arrivata solo alla fine di aprile e si è concretizzata nel mese di maggio.

La verità è che Del Neri e il suo staff di Bergamo sono innamorati. Hanno salutato gli ultras di persona al termine della passata stagione, hanno seguito per tutto l’anno le gesta dei nerazzurri e sono sempre rimasti in contatto con i ragazzi del gruppo, frullati da continui cambi di guida in panchina.

Se l’Atalanta si fosse salvata, la priorità era quella di tornare a Bergamo. Sissignori, all’Atalanta. Nonostante la cavalcata con la Sampdoria. Ovvio, con la Juventus non ci sarebbe stata partita ma quel cuore, un po’ nerazzurro a prescindere, avrebbe faticato a prendere una decisione.

L’ultimo esempio? Eccolo, fresco fresco. Lunedì 3 maggio, serata di riapertura della Trattoria D’Ambrosio in città. La Giuliana, dopo una serie di vicissitudini personali abbastanza pesanti, è tornata a regalare sorrisi ai bergamaschi. Uno dei primi a volerla salutare è stato proprio il baffo friulano. Lo sanno bene tutti gli astanti, lo sanno bene i ragazzi della Curva che si sono presentati in via Broseta per abbracciare il buon Gigi.

Ora c’è la Juventus, al preparatore De Bellis toccherà cancellare la serie incredibile di problemi muscolari che ha attanagliato i bianconeri nelle ultime due stagioni. Ce la farà? Io dico di sì, a Genova siamo fermi a quota zero infortuni non traumatici: un risultato sbalorditivo.

Del Neri – Conti – De Bellis. Il trio delle meraviglie andrà a Torino con Bergamo nel cuore. Siatene tutti contenti, sono persone per bene.

Fabio Gennari

Percassi-Ruggeri, per ora nessuna trattativa: posizioni molto distanti

Alessandro Ruggeri con il padre Ivan BERGAMO – E’ sempre più ingarbugliata la situazione legata al futuro dell’Atalanta. Il silenzio ...

Super Albinoleffe ad Empoli: vittoria e salvezza matematica

Cioffi e Bombardini ad Empoli (foto empolifc.com) EMPOLI – L’Albinoleffe, nella stagione 2011/2012, giocherà di nuovo in Serie B. Sarà l’ottava volta ...