iscrizionenewslettergif
Politica

Eccesso di bandiere: Pirovano toglie i tricolori dalla Provincia

Di Redazione14 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Provincia di Bergamo

La Provincia di Bergamo

BERGAMO — La Provincia si spoglia della bandiera tricolore. Diversamente dal sindaco Tentorio – che ha lasciato le bandiere nazionali fino al 2 giugno sui luoghi di pertinenza comunale della città -, il presidente Ettore Pirovano ha deciso di togliere i vessilli bianco, rosso e verdi dal palazzo della Provincia. Il motivo? Un incontro con il prefetto, con cui Pirovano condivide il palazzo di via Tasso, che avrebbe trovato entrambi concordi: “Non siamo entusiasti dell’eccesso di bandiere”.

La vicenda ha suscitato un acceso dibattito ieri sera in consiglio provinciale. Il Pdl ha presentato un ordine del giorno in cui chiedeva “di mantenere esposte alle finestre degli uffici provinciali la bandiera nazionale per le intere celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, e di farsi promotori della stessa iniziativa con tutti i 244 Comuni, Bergamo compreso”.

Il presidente della Provincia ha respinto la richiesta: “La Prefettura, con la quale condividiamo il nostro palazzo, non è particolarmente entusiasta di un eccesso di bandiere. È il caso, poi, di iniziare a preparare l’albero 11 mesi prima di Natale?” ha ironizzato l’esponente della Lega, che ha comunque assicurato la sua partecipazione ai festeggiamenti per l’Unità d’Italia.


Online la lista ufficiale dei “finiani”: c’è anche Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia ROMA -- "Chi pensa che il gruppo di parlamentari che si riconosce attorno alle questioni ...

Calderoli: taglio del 5 per cento agli stipendi dei politici

Il ministro Roberto Calderoli ROMA -- Non moriranno certo di fame anche se la proposta dovesse passare. Il ministro ...