iscrizionenewslettergif
Valseriana

Con furbizia i Carabinieri arrestano pericoloso ricercato

Di Redazione11 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I Carabinieri hanno arrestato il pericoloso latitante

I Carabinieri hanno arrestato il pericoloso latitante

CLUSONE — I Carabinieri di Bergamo, ed in particolare quelli della compagnia di Clusone, hanno catturato ieri pomeriggio un 25enne, originario di Cogoleto (Genova), pregiudicato per reati contro il patrimonio, colpito da ordinanza custodia cautelare in carcere, emessa il 18.09.2009 dal gip del tribunale di Genova, per tentato omicidio, rissa, porto d’armi.

Il ricercato, già evaso dagli arresti domiciliari in Ovada (Alessandria) ai primi di settembre 2009, era stato raggiunto qualche giorno dopo anche dall’ordine di cattura. da allora era attivamente ricercato in tutta italia. si tratta infatti di una persona violenta, giocatore di rugby, alto 2 metri, che aveva tentato di assassinare un giovane albanese, nella scorsa estate, con una spranga, per motivi di gelosia nei confronti di una ragazza.

Ieri mattina i carabinieri di Gandino hanno controllato una Opel Corsa, sospetta perché parcheggiata in una zona bersagliata recentemente di furti in appartamento, che risultava intestata al padre del catturando, constatando nella banca dati che però era in uso al figlio. ulteriori accertamenti consentivano di individuare in piazza f.lli calvi un appartamento intestato ed abitato da una zia materna del ricercato.

Predisposto un servizio di osservazione, i militari accertavano la presenza del ricercato al secondo piano. Così, approfittando del contemporaneo intervento dei vigili del fuoco di Gazzaniga per controllare una segnalazione di fuga di gas in uno stabile adiacente, intervenivano in forze, alcuni travestiti da pompieri, bloccando il latitante-energumeno nell’abitazione, senza che questi potesse tentare la minima reazione. nel corso della perquisizione venivano trovati e sequestrati coltelli da lancio, un’ascia, una balestra con dardi e un passamontagna.

E’ stato accertato che era in quell’appartamento da qualche mese ma la zia non sapeva che fosse ricercato. L’uomo è ora rinchiuso presso il carcere di bergamo, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Terremoto: scossa di magnitudo 3.3 nella notte in Bergamasca

La cartina dell'Istituto nazionale dei geofisica che indica il luogo del terremoto BERGAMO -- Un rumore sordo nel profondo della notte. Poi i muri che vibrano per ...

Forte temporale in Valseriana illumina il cielo di Bergamo (video)

Il temporale in Valseriana illumina il cielo di Santa Caterin BERGAMO -- L'ampia area depressionaria che staziona sull'Europa manterrà condizioni di tempo perturbato con instabilità ...