iscrizionenewslettergif
Sport

Il Napoli vince 2-0: l’Atalanta retrocede in serie B

Di Redazione9 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Thomas Manfredini

Thomas Manfredini

NAPOLI — Mancava solo l’aritmetica, adesso c’è anche quella. L’Atalanta perde 1-0 in casa nel Napoli e chiude il suo cinquantesimo campionato di serie A con la retrocessione tra i cadetti. Epilogo annunciato ma ugualmente incredibile quello maturato sul terreno di gioco del San Paolo, soprattutto per quanto era riuscito a fare il gruppo nerazzurro nelle ultime due cavalcate targate Del Neri.

Davanti al caldissimo pubblico azzurro, il Napoli parte in attacco e dopo 7 minuti arriva la prima occasione da gol: Denis stacca di testa a centro area dopo il cross al bacio di Dossena, conclusione forte ma poco precisa che si perde sopra la traversa.

L’Atalanta manovra ma non punge, attorno al quarto d’ora è Lavezzi a rendersi protagonista prima con un gesto poco sportivo (Bellini chiede di buttare fuori il pallone ma il “Pocho” non lo ascolta e punta la porta) e poi con un destro dal limite deviato sul fondo da Manfredini.

Il primo squillo degli avanti atalantini arriva al 22′ quando Padoin pesca Amoruso al limite, colpo di tacco a liberare Tiribocchi ma la conclusione del bomber di Mutti è completamente sballata e si perde sul fondo; Hamsik alle spalle del tridente non si vede molto ma nella prima occasione in cui accende la luce gli azzurri sfiorano il vantaggio: verticale per Lavezzi al 30′ prova a piazzare il destro ma Consigli è attento e blocca a terra.

I ragazzi di Mutti, nonostante i risultati sugli altri campi siano subito pesantissimi, provano a manovrare come sanno e vista anche la superiorità nella zona centrale del campo i risultati sono buoni: nonostante il Napoli non incanti il suo pubblico, i partenopei trovano il gol del vantaggio con Quagliarella al 43′ che si allarga sulla destra e beffa in diagonale l’incolpevole Consigli.

La reazione dell’Atalanta è immediata, al 44′ Valdes pesca Tiribocchi spalle alla porta, controllo delizioso a seguire e sinistro sull’esterno della rete che regala un brivido ai 120 ultras scesi in Campania per sostenere i nerazzurri.

Nella ripresa, complice forse anche il caldo, la gara scema parecchio d’intensità e le due squadre sembrano giochicchiare senza nemmeno troppa voglia di farsi male. Entrano Ceravolo, Garics e Caserta per Valdes, Ferreira Pinto e Capelli nel tentativo di pareggiare i conti, nel finale arriva il raddoppio di Quagliarella  e l’Atalanta diventa ufficialmente la terza squadra retrocessa in serie B.

NAPOLI – ATALANTA 2-0

Reti: 43′ e 83′ Quagliarella(N)

Napoli (3-4-3): De Sanctis, Rinaudo, Cannavaro, Aronica, Maggio, Hamsik, Gargano (47′ Pazienza), Dossena (73′ Rullo), Lavezzi, Denis, Quagliarella. All.: Mazzarri

Atalanta (4-4-2): Consigli, Capelli (71′ Caserta), Bianco, Manfredini, Bellini, Ferreira Pinto (58′ Garics), Valdes (58′ Ceravolo), Guarente, Padoin, Amoruso, Tiribocchi. All.: Mutti

Ammoniti: Aronica(N), Maggio(N), Valdes(A), Lavezzi(N), Caserta(A)

Fabio Gennari

Foppa, la rincorsa scudetto è finita: Villa Cortese vola in finale

I tifosi della FoppaPedretti BERGAMO -- Finisce al PalaNorda, davanti al pubblico amico, la stagione 2009-2010 della FoppaPedretti Bergamo. ...

Stoico Bellini, Tiribocchi e Padoin non mollano mai

Gianpaolo Bellini NAPOLI -- Nessuna sorpresa, solo una lenta camminata verso la serie B. Nei novanta minuti ...