iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Solidarietà: la mamma di Elisa ringrazia la Curva

Di Redazione5 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Covo degli ultras addobbato per Elisa

Il Covo degli ultras addobbato per Elisa

BERGAMO — Sono le serate più belle. Nascono da un sorriso, da un’emozione, da una richiesta d’aiuto. Prima la storia, raccontata sul giornalino. Poi la costinata, organizzata per la sera del 1 maggio.

Il motivo era nobile, semplice: tutti insieme per aiutare Elisa. La Curva Nord di Bergamo lo scorso week-end ha organizzato una mangiata aperta a tutti per dare un aiuto concreto alla famiglia di Elisa, una bambina di nemmeno tre anni nata ad Alzano che combatte la sua battaglia più grande per avere una vita normale.

Venuti a conoscenza dal papà Andrea della triste vicenda, gli ultras dell’Atalanta hanno pensato di fare qualcosa e l’idea della costinata ha riscosso un successo straripante: almeno 500 persone hanno partecipato alla serata organizzata al “Covo” regalando emozioni enormi alla piccola Elisa e ai suoi genitori.

“E’ stata una serata incredibile – commenta mamma Eleonora – qualcosa che non si può immaginare. Elisa non l’abbiamo vista praticamente per l’intera serata, tutti volevano abbracciarla e credo che anche lei, nonostante non riesca a parlare, si sia resa conto del grande affetto che la circondava. Mi dicono ci fossero 500 persone, pazzesco: tutti per Elisa, tutti per noi e alla fine è arrivato un assegno da 10000 euro che ci darà una grossa mano”.

Per un futuro migliore, Elisa dovrà sottoporsi ad una serie di cure specifiche in Slovacchia e grazie al contributo dei sostenitori atalantini sarà possibile fin d’ora prenotare il secondo ciclo del programma “Adeli”.

Le parole di mamma Eleonora arrivano forti, in sottofondo si sente la piccola dagli occhi grandi e intensi che reclama attenzione ma il pensiero è tutto per la gente intervenuta al Covo.

“Li voglio ringraziare, di cuore. Sono amici veri, ci sentiamo parte della loro grande famiglia e devo dire che non me l’aspettavo. Andrea, il papà di Elisa, è andato al Covo a parlare della nostra situazione, a chiedere una mano. La voglia di aiutarci è stata immediata, prima la storia sul giornalino e poi questa costinata: emozioni vere, sincere”.

Appena un sospiro, il tempo di ricordare come nella stessa serata ci fossero anche un’altra famiglia toccata dal dolore e legata ai colori nerazzurri.

“C’erano anche i genitori del piccolo Francesco Schelfi – conclude la mamma di Elisa – , il bimbo scomparso a Brentonico. Abbiamo condiviso il loro dolore e per qualche ora ci siamo sentiti tutti vicini, tutti coinvolti, tutti amici. Dopo la mangiata nel cielo sopra Bergamo hanno sparato perfino i fuochi d’artificio: una cosa da brividi come gli striscioni e il grande affetto che da ogni parte riuscivamo a cogliere. Grazie alla Curva Nord, grazie a tutti i tifosi dell’Atalanta che sono intervenuti”.

Per coloro che volessero conoscere meglio la storia di Elisa, questo è il sito internet che la mamma e il papà hanno realizzato: http://www.unsognoperelisa.it/.

La fotogallery è composta dalle fotografie più belle realizzate e concesse da mamma Eleonora.

Fabio Gennari

Atalanta: circa 100 ultras contestano la società a Zingonia (foto)

La volante dei Carabinieri a Zingonia ZINGONIA -- Sonora contestazione degli ultras dell'Atalanta al centro Bortolotti di Zingonia. Dopo alcuni segnali ...

Uova e pomodori contro l’Atalanta: le foto della nuova contestazione

Lo striscione esposto a Zingonia (foto Mariani) ZINGONIA -- Striscioni, un centinaio di uova e parecchi pomodori contro l'Atalanta a Zingonia. Per ...