iscrizionenewslettergif
Poesie

“Mi piaci quando taci” di Pablo Neruda

Di Redazione4 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Mi piaci quando taci perchè sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

poichè tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell’anima mia.
farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomogli alla parola malinconica.

mi piaci quando taci e sei come distante.
e stai come lamentandoti, farfalla turbante.
e mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
sei come la notte, silenziosa e costellata.
il tuo silenzio è di stella, cosi lontano e semplice.

mi piaci quando taci perchè sei come assente.
distante e dolorosa come se fossi morta.
allora una parola, un sorriso bastano.
e son felice, felice che non sia cosi.

“Il dono” di Ada Negri

tearsIl dono eccelso che di giorno in giorno e d'anno in anno da te attesi, ...

“Filosofia dell’amore” di P.B. Shelley

bassa-california-1Le fonti si confondono col fiume i fiumi con l'Oceano i venti del Cielo sempre in dolci moti ...