iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Casini: entro fine anno fonderò un nuovo partito

Di Redazione4 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pierferdinando Casini

Pierferdinando Casini

ROMA — Riecco Pierferdinando Casini. Dopo un mese di assenza dalla scena politica, il leader dei moderati di centro è tornato a farsi sentire e ha annunciato a sorpresa la nascita di “nuovo partito entro l’anno”, il che corrisponde al de profundis per l’attuale Udc.

In un’intervista al Tg1, Casini ha detto che la sua nuova creatura metterà al centro “il linguaggio della riconciliazione nazionale” e dell'”unità nazionale”. Riferimento diretto alle spinte centrifughe della Lega a cui Casini si è sempre opposto arrivando a proporre quel “muro” contro il dilagare di Bossi che al Nord è andato in pezzi insieme al partito. Stavolta Casini ci riprova, ma la linea politica non è cambiata di una virgola rispetto a quella delle elezioni. Insomma, cambia il nome del partito ma, a quanto pare, non cambia il leader e l’orientamento. Di dialogo con il centrodestra al Nord – Bergamasca compresa – non se ne parla. Anzi, l’unico punto di contatto con il Pdl potrà esserci solo se Berlusconi prende le distanze dalla Lega ha fatto intendere Pierferdi.

Che il premier possa rinunciare alla solida alleanza con un partito, quello di Bossi, che prende il 35 per cento dei voti al Nord Italia per far spazio al figliol prodigo con il tre per cento dei voti è una pia illusione. Casini lo sa e forse per questo gioca a fare l’escluso, quando in realtà l’intenzione è di andare per la propria strada. Lecito. Il problema è come reagirà quello che rimane del partito al Nord.

Ma Casini tira dritto: fra la sua sopravvivenza come leader e quella dell’Udc ha scelto la prima, passando attraverso un nuovo partito. Il leader dei moderati di centro, in questo momento storico particolare per il nostro paese, dove si vedono affondare Paesi Europei come la Grecia a cause di politiche nazionali mediocri, dichiara: “Sono dalla parte dei miei elettori, all’opposizione, ma un’opposizione seria”, sostenendo che deve finire l’era delle chiacchiere e che si deve passare ai fatti. Casini dice che aveva previsto quanto sta accadendo in queste ore: una maggioranza di governo dove la Lega avrebbe potuto decidere la vita o la morte del Governo centrale. Aveva previsto anche di essere l’alternativa ai due poli. Poi è andata come è andata.

Fini lancia i circoli di Generazione Italia (video)

Gianfranco Fini ROMA -- Dopo i circoli della Libertà quelli di Generazione Italia. È questa la nuova ...

Questione Ospedale: Invernizzi incontra gli ex parcheggiatori abusivi

Un parcheggiatore abusivo BERGAMO -- "Con la presente si comunica che è stato organizzato per mercoledì 14 maggio ...