iscrizionenewslettergif
Bergamo

L’adunata degli alpini è un affare da 60 milioni di euro

Di Redazione3 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'edificio che ospita la sede dell'Ascom

L'edificio che ospita la sede dell'Ascom

BERGAMO — L’83esima adunata degli alpini porterà a Bergamo un giro d’affari di circa 60 milioni di euro. È la stima fatta dall’Ascom basandosi sulle cifre dell’affluenza, che prevedono l’arrivo di 400 mila persone, che spenderanno all’incirca 150 euro a testa. Da una stima fatta sui diversi settori l’Ascom ipotizza che:
– un milione e mezzo di euro andrà alla ricettività alberghiera (290 alberghi per un totale di 13 mila posti letto, con una maggior occupazione del 60 per cento rispetto alla media del periodo);
– 500 mila euro alla ricettività non alberghiera (campeggi, agriturismo, villaggi turistici, affittacamere);
– 2 milioni di euro per la ristorazione;
– 800 mila euro per il settore panificazione (si prevedono circa 2 mila quintali di pane), di cui 200 mila per i prodotti da forno;
– 8 milioni di euro per pubblici esercizi;
– 40 milioni di euro per il commercio alimentare in genere
– 7 milioni per il commercio non alimentare

Per accogliere gli alpini sono state messe in campo alcune iniziative, promosse dalle associazioni di categoria e dall’Amministrazione comunale: Vetrine in tricolore, Menù dell’Alpino e Bar Amico dell’Alpino.

Vetrine in tricolore
Sono 130 le attività che vi aderiscono e che hanno allestito le proprie vetrine ispirandosi all’adunata. Un’apposita commissione avrà il compito di selezionare entro il 7 maggio le vetrine più belle, proclamando tre vincitori per la loro interpretazione del tema e la loro creatività.

Bar amico dell’alpino
Sono 135 in totale i pubblici esercizi che hanno aderito al Bar amico dell’alpino, di questi 12 sono in provincia. Ogni esercizio che aderisce all’iniziativa, facilmente riconoscibile grazie all’apposita locandina esposta, promuove offerte a prezzi di favore a partire da lunedì 3 maggio. Questo il pacchetto delle offerte: per un panino con bicchiere di vino si spenderanno 4,50 euro, 1,20 euro è il prezzo di vino a bicchiere, 3.50 euro quello di un panino con salumi o formaggi, 1 euro per una bottiglietta d’acqua, 90 centesimi per un caffè e 1,30 euro per un caffè corretto.

Menù dell’alpino
Anche i ristoratori partecipano all’evento con la rassegna gastronomica Menù dell’Alpino in programma da lunedì 3 al 9 maggio. Sono 64 i ristoranti di città e provincia che vi hanno aderito e che propongono piatti tipici ad un prezzo promozionale, cogliendo l’occasione unica di promuovere Bergamo e la cucina del territorio. Oltre ai 39 indirizzi cittadini, aderiscono all’iniziativa anche 25 ristoranti in provincia per dare risonanza alla festa degli alpini anche fuori dalle mura cittadine. Tutti gli elenchi completi sono sul sito di www.ascombg.it.

Infine anche Ascom accoglie gli alpini e lo fa vestendo la sede a tutta facciata con un grande bandiera di 11 metri per 7 metri, che riporta, oltre al tricolare, un grande cappello alpino e il profilo della città.

Inoltre ricordiamo che in occasione dell’Adunata gli uffici delle sedi cittadine di Ascom rimarranno chiuse venerdì 7 maggio.

Elenco bar amico dell’alpino
Elenco ristoranti menù dell’alpino
Vetrine in tricolore

Sabato e domenica bus e tram gratis per l’Adunata

L'Atb point di Porta Nuova BERGAMO -- Venerdì 7, Sabato 8 e Domenica 9 Maggio 2010 si svolge a Bergamo ...

Ripresa lenta ma il mercato immobiliare langue

Il mercato immobiliare di Bergamo è ancora in difficoltà BERGAMO -- Una lenta ripresa per l'economia ma non per il mercato immobiliare. E' quanto ...