iscrizionenewslettergif
Politica

Calderoli: o Berlusconi o elezioni

Di Redazione3 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

ROMA — “Il governo ha i numeri per andare avanti e fare le riforme, in alternativa ci sono solo le elezioni”. Lo sostiene Roberto Calderoli, ministro bergamasco per la Semplificazione legislativa, ospite della trasmissione “In mezz’ora”. A una domanda dell’Annunziata sulla possibilità che la Lega partecipi a un governo tecnico per fare le riforme guidato da Giulio Tremonti, la risposta è netta: “No. L’elettorato ha dato il proprio consenso a una persona che è Berlusconi. E poi la prima persona che sarebbe contraria è Tremonti stesso”.

Calderoli coglie l’occasione per parlare dei rapporti interni alla maggioranza: “Molti dei problemi attorno a Fini nascono dal suo perenne ruolo di delfino che non spicca mai il volo. Ma prima i galloni se li deve guadagnare sul campo all’interno del Pdl”.

Il ministro leghista boccia poi l’ipotesi avanzata da Bobo Craxi di un “complotto” guidato dagli Usa dietro all’iniziativa politica di Fini: “qualcuno ha mangiato funghi allucinogeni, non credo a queste cose”.

I Tremaglia “separati” in casa: Andrea con Berlusconi, Mirko con Fini

Il giovane Andrea Tremaglia BERGAMO -- Uno da una parte, uno dall'altra. Il nonno con Gianfranco Fini, il nipote ...

Pdl: La Russa debutta con “La nostra Destra”

Ignazio La Russa MILANO -- ll ministro della Difesa Ignazio La Russa lancia "La nostra Destra nel Pdl" ...