iscrizionenewslettergif
Psicologia

Gli uomini leggono le cartine, le donne non si perdono

Di Redazione3 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Coppia che consulta una cartina stradale

Coppia che consulta una cartina stradale

Il cervello femminile registra meglio di quello maschile i punti di riferimento. Ed ecco che nonostante una donna spesso fatichi a leggere e interpretare una cartina, difficilmente si perderà.

La superiorità risale addirittura al Pleistocene, ovvero due milioni e mezzo di anni fa, quando i primi ominidi maschi hanno affinato le loro tecniche di caccia e le femmine quelle di raccolta del cibo. A rivelarlo una ricerca dell’Università nazionale del Messico.

“I nostri risultati- ha spiegato il professor Luis Pacheco-Cobos che ha eseguito lo studio- confermano come le donne sappiano adottare più velocemente strategie di ricerca migliori rispetto agli uomini”. E a conferma della ricerca dell’Università di Città del Messico arriva anche quella condotta precedentemente dall’Università Queen Mary di Londra. In questo caso sono stati monitorati 140 volontari alla ricerca di oggetti: mentre gli uomini erano bravissimi nello scoprire quelli nascosti, le donne erano imbattibili quando si trattava di ricordare dove tali oggetti fossero stati collocati. “Ciò non significa che le donne abbiano una miglior capacità di orientamento- ha spiegato al Sunday Times il professor Frank Furedi dell’Università del Kent – ma solo che hanno una maggiore intuizione, mentre gli uomini tendono a complicare di più le cose”.

Sconfitte altrui: perché gioirne?

Sconfitta personale Vi è mai capitato di essere invidiosi del successo altrui? O di gioire per la ...

I “cibi veloci” rendono irrequieti e impazienti

Fast-food Non solo ipercalorici e poco sani. Oggi l’elenco dei difetti del fast-food si allunga. ...