iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta-Bologna finisce 1-1: retrocessione ormai certa

Di Redazione2 maggio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La disperazione nerazzurra (foto Mariani)

La disperazione nerazzurra (foto Mariani)

BERGAMO — E’ una clamorosa e sfortunata autorete di Peluso a decretare la retrocessione dell’Atalanta in serie B. Dopo un primo tempo dominato in lungo e in largo ed un’espulsione clamorosa decisa da Tagliavento, l’Atalanta vede sfumare le ultime speranze salvezza pareggiando per 1-1 contro il Bologna nello spareggio giocato al Comunale e ormai solo la matematica tiene in corsa i nerazzurri: 5 punti a due giornate dalla fine sono praticamente una condanna.

Partenza a razzo della squadra nerazzurra, lo schieramento rinunciatario del Bologna favorisce l’assedio alla porta di Viviano ma dopo un paio di angoli ed una bellissima rete annullata a Tiribocchi(9′) è Jaime Valdes a sprecare la più grande delle occasioni.

Al 15′ la bella combinazione Guarente – Tiribocchi viene chiusa dal fallo di Portanova sul centrocampista pisano, Tagliavento assegna il penalty ma dagli undici metri il fantasista di Mutti calcia troppo centrale favorendo la respinta di Viviano.

Il Bologna, scampato il pericolo, mette fuori la testa al 19′ con una girata aerea di Marco Di Vaio alta di poco, ma non passano nemmeno cinque minuti e l’Atalanta sblocca lo 0-0: Tiberio Guarente batte una punizione dalla trequarti, tutti si aspettano il cross sul palo lontano ed invece il numero 17 cerca la porta con uno spiovente insidioso che supera Viviano e sigla l’1-0.

La squadra di Colomba è imbarazzante, Valdes si scuote dopo l’errore dal dischetto e al 25′ si produce in una serpentina irresistibile conclusa da un sinistro a giro fuori di pochissimo; Tiribocchi al 36′ libera Ferreira Pinto in campo aperto ma il brasiliano sciupa tutto con un sinistro molle e velleitario.

Mutarelli, già ammonito, viene graziato da Tagliavento che non vede un pestone volontario e pericoloso su Amoruso, la gara nel finale del primo tempo si scalda parecchio sotto il profilo agonistico ma è sempre l’Atalanta a comandare le operazioni senza rischiare praticamente nulla.

In pieno recupero l’arbitro Tagliavento commette uno di quegli errori che, soprattutto alla fine di una stagione, ti fanno riflettere. Angolo per il Bologna, pallone che nella traiettoria aerea supera la linea di fondo e guardalinee che lo segnala: l’arbitro inizialmente assegna un rigore quantomeno dubbio ammonendo Pellegrino per la trattenuta su Portanova, l’argentino dice qualcosa di troppo e scatta subito il cartellino rosso. Confusione in campo, direttore di gara che si consulta con l’assistente Papi e cancella il rigore dando la rimessa dal fondo ma espulsione del centrale di Mutti che incredibilmente viene confermata: regolamento alla mano, la decisione è folle visto che le proteste arrivano per una decisione arbitrale che lo stesso direttore di gara ha certificato essere sbagliata.

Tiribocchi rimane negli spogliatoti all’intervallo, Mutti mette Radovanovic terzino destro spostando Bellini a sinistra e Peluso centrale, Colomba capisce subito che deve cambiare qualcosa e sceglie Adailton per Portanova: punizione del brasiliano al 57′, sinistro comodo che Consigli blocca a terra.

L’Atalanta è costretta a disimpegnarsi di rimessa, un paio di ripartenze effettivamente arrivano ma Ferreira Pinto fa tutto bene fino all’ultimo passaggio (64′) che viene intercettato dai centrali felsinei.

Nel finale la partita sembra scorrere tranquilla verso la vittoria ma una clamorosa ingenuità di Guarente favorisce il pareggio del Bologna: palla persa in zona difensiva destra, tiro di Jimenez che Consigli respinge invece di trattenere e Peluso sfortunatissimo insacca l’autorete dell’1-1.

Amoruso all’84’ gira sul fondo di pochi centimetri una punizione di Guarente, Mutti inserisce Chevanton per Ferreira Pinto ma nonostante i cinque minuti di recupero non succede alcun miracolo: l’Atalanta è praticamente in serie B

Atalanta – Bologna 1-1

Reti: 23′ Guarente(A), 82′ Aut. Peluso(A)

Atalanta (4-4-2): Consigli, Bellini, Pellegrino, Capelli, Peluso, Ferreira Pinto (85′ Chevanton), Guarente, Padoin, Valdes (70′ Doni) , Amoruso, Tiribocchi (46′ Radovanovic). All.: Mutti

Bologna (5-3-2): Viviano, Raggi (70′ Jimenez), Portanova (51′ Adailton), Moras, Britos, Modesto, Buscè, Guana, Mutarelli, Zalayeta, Di Vaio. All.: Colomba

Arbitro: Tagliavento (Papi e Ayroldi)

Ammoniti: Tiribocchi(A), Mutarelli(B), Portanova(B), Capelli(A), Padoin(A)

Espulsi: Pellegrino(A) al 47′

Fabio Gennari

La Foppa perde 3-1 la prima semifinale contro Villa Cortese

Antonella Del Core MILANO -- Adesso è ufficiale: per la Foppapedretti Bergamo affrontare in questo momento Villa Cortese ...

Guarente gioia e dolore, Consigli: errore gravissimo

Altro errore di pesante Consigli (foto Mariani) BERGAMO -- Gli errori si pagano sempre a caro prezzo. Quello di Valdes su calcio ...