iscrizionenewslettergif
Valseriana

Violentò un’entreneuse: operaio condannato a 2 anni e otto mesi

Di Redazione29 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'intervento dei Carabinieri

L'intervento dei Carabinieri

CLUSONE — Il 3 gennaio del 2009, al termine di una notte brava in cui aveva bevuto molto, violentò un’entreneuse ucraina che aveva conosciuto la sera stessa all’Havana Club di Clusone. E’ stato condannato a due anni e otto mesi l’operaio trentaduenne protagonista della squallida vicenda.

L’uomo si era offerto di accompagnare la ragazza dell’est a casa alle cinque del mattino, dopo la chiusura del locale notturno in cui lavorava. La giovane aveva accettato. L’operaio, per sua stessa ammissione, quella sera aveva alzato un po’ il gomito e durante il tragitto verso la sponda bresciana del Lago d’Iseo ha tentato di avere un rapporto sessuale con lei. La ragazza lo ha respinto più volte. L’uomo ha perso la testa e l’ha violentata.

La giovane, una volta scesa dall’auto ha dato l’allarme ai Carabinieri. I militari hanno rintracciato l’operaio e lo hanno denunciato per violenza sessuale e rapina per aver rubato la borsetta alla giovane. Il giudice per l’udienza preliminare – l’imputato ha scelto il rito abbreviato – lo ha assolto dalla rapina, ma lo ha condannato per violenza sessuale.

Campionessa di sci morta: due condanne, ma per spaccio

Kristel Marcarini (foto courtesy Ansa) CLUSONE -- Il tribunale di Bergamo ha condannato due giovani per la morte di Kristel ...

Posti di lavoro disponibili: la Teb cerca autisti del tram

Il tram delle valli ALBINO -- La Teb, società di gestione del tram delle valli, comunica che è stata ...