iscrizionenewslettergif
Sport

Sessanta ultrà bergamaschi denunciati per la trasferta a Parma

Di Redazione29 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lo striscione esposto a Parma dai sostenitori nerazzurri

Lo striscione esposto a Parma dai sostenitori nerazzurri

BERGAMO — La notizia, trapelata nella mattinata di giovedì dalla pagine della Gazzetta di Parma, ha sorpreso un po’ tutti. Abbiamo provato ad approfondire il discorso e dal portavoce della Questura di Parma sono arrivate anche le conferme: 63 bergamaschi, sia uomini che donne, sono stati denunciati dalle autorità della città emiliana.

L’accusa è tanto semplice quanto inaspettata. Secondo la Questura, i supporters nerazzurri si sono presentati a Parma lo scorso 14 marzo e hanno dato vita ad una manifestazione all’esterno del settore ospiti dello stadio Tardini senza aver avvisato le forze dell’ordine.

Gli oltre 400 tifosi dell’Atalanta presenti in Emilia nonostante il divieto d’ingresso allo stadio sono stati considerati facenti parte di una manifestazione non prevista e non organizzata, quindi l’identificazione di una parte di loro ha portato alla denuncia.

Molti presenti hanno segnalato alla nostra redazione che c’è stato chi ha cercato di sostenere la squadra con i cori. Allo stesso tempo nel vicino parco molti hanno preferito presenziare in modo assolutamente pacifico senza che si sia registrato alcun problema di ordine pubblico.

L’identificazione è stata resa possibile grazie ai filmati delle telecamere posta vicino al Tardini ma c’è anche qualcuno cui sono stati chiesti i documenti a bordo di un bus che dal casello di Parma era pronto a trasferire i bergamaschi in zona stadio. Ma come, la trasferta era vietata e c’erano dei mezzi pronti per evitare che si raggiungesse il Tardini alla spicciolata?

Diverse testimonianze hanno raccontato questo particolare, il portavoce della Questura tuttavia non ha confermato la circostanza ribadendo che non sono stati contestati incidenti o disordini ma solo il reato di “manifestazione non autorizzata”.

Fabio Gennari

Il presidente della Fisi Morzenti: così rilancerò lo sci azzurro

Piller Cottrer con il bergamasco Giovanni Morzenti BERGAMO -- Il giorno dopo la sua rielezione al vertice della Fisi, il presidente della ...

Atalanta, il bersagliere Mutti vuole continuare a correre

Bortolo Mutti ZINGONIA -- Amoruso sì, Consigli forse, Garics no. Il bersagliere Lino Mutti, allenatore dell'Atalanta che ...