iscrizionenewslettergif
Valseriana

Campionessa di sci morta: due condanne, ma per spaccio

Di Redazione27 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Kristel Marcarini (foto courtesy Ansa)

Kristel Marcarini (foto courtesy Ansa)

CLUSONE — Il tribunale di Bergamo ha condannato due giovani per la morte di Kristel Marcarini, campionessa bergamasca di sci originaria di Clusone, deceduta il 15 aprile 2008 dopo aver ingerito una mezza pasticca di ecstasy alla discoteca Fluid di Osio Sotto.

Si tratta di Maurizio Piazza, condannato a 8 anni e di Antonino Romano, condannato a 6 anni e mezzo. Il tirbunale ha però assolto i due dall’accusa di aver provocato la morte di Kristel aumentando invece le pene proposte dal pubblico ministero per lo spaccio.

“E una pessima sentenza, di brutto esempio per i nostri giovani. La morte di mia figlia non conta niente”, ha detto la mamma di Kristel.

Cade con il trial in montagna: salvato dall’elicottero

Un elicottero di soccorso CLUSONE -- Stava facendo trial sulle montagne della Valseriana quando all'improvviso ha perso il controllo ...

Violentò un’entreneuse: operaio condannato a 2 anni e otto mesi

L'intervento dei Carabinieri CLUSONE -- Il 3 gennaio del 2009, al termine di una notte brava in cui ...