iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Il mistero dello studente che ha perso la memoria

Di Redazione26 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'ambulanza

Un'ambulanza

DALMINE — Cosa ci faceva in quel cantiere? Di certo per ora non è in grado di spiegarlo. Uno studente universitario di 19 anni di origine bielorussa, ma cittadino italiano, è stato trovato ferito nell’area dei lavori in corso della scuola materna di Dalmine. Il ragazzo, residente a San Giovanni Bianco, è ricoverato agli Ospedali Riuniti di Bergamo, in gravi condizioni, e non ricorda nulla.

I lamenti del giovane, dolorante a terra con diverse fratture, hanno attirato l’attenzione di una suora, che lo ha soccorso e ha lanciato l’allarme. Accanto allo studente c’era il suo zaino con il portafogli e i soldi. Tuttavia il ragazzo era privo di documenti e senza, a quanto dicono i familiari che ne avevano denunciato la scomparsa, uno dei suoi due telefoni cellulari.

Sabato mattina il 19enne era uscito di casa per andare all’università e sarebbe dovuto rientrare a casa nel tardo pomeriggio. Come sia finito nel cantiere della scuola materna di Dalmine, in via Vittorio Veneto, ancora non si sa. Gli inquirenti non scartano alcuna ipotesi, dall’aggressione a una caduta accidentale, oppure un gesto volontario, che però secondo i familiari non avrebbe spiegazioni. Oltre alle fratture, causate da una caduta, il ragazzo non avrebbe altri segni evidenti di percosse.

Festa della Dea: gli organizzatori denunciano la presenza di truffatori

La Festa della Dea (foto Mariani) BERGAMO -- Il Comitato organizzatore della Festa della Dea, a seguito di numerose segnalazioni giunte ...

Sacbo: l’utile dell’aeroporto vola a 11 milioni

L'aeroporto di Orio al Serio ORIO AL SERIO -- L’assemblea degli azionisti della Sacbo, riunita in prima convocazione presso l’Aeroporto ...