iscrizionenewslettergif
Psicologia

I più felici del mondo? I danesi

Di Redazione21 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Danimarca

Danimarca

I più felici al mondo sono i danesi. I più infelici gli abitanti dello Zimbawe. Questi gli esiti del sondaggio planetario del “Word Value Survey” dell’Università del Michigan.

La felicità è stata misurata attraverso un sondaggio in 97 nazioni, nelle quali vive il 90% della popolazione mondiale. La scala di soddisfazione va da 1 (“molto infelice) a 5 (“molto felici”). Il risultato è che negli ultimi decenni la felicità dell’umanità è aumentata. Delle 52 nazioni, nelle quali la ricerca è stata condotta, il livello di felicità è cresciuto in 40. E solamente in due è sceso.

La nazione più felice del mondo è dunque quella danese, la più infelice è lo Zimbawe. Tra i fattori considerati, l’uguaglianza tra uomo e donna, l’accettazione delle minoranze etniche, il riconoscimento delle libertà di scelta sessuale, tutti a determinare un accrescimento del livello di soddisfazione generale. Democrazia, tolleranza e benessere contribuiscono al fatto che sempre più uomini possano determinare autonomamente la propria condotta di vita. Non a caso le nazioni che riconoscono ai propri cittadini la maggiore possibilità di scelta sono le più felici: Danimarca, Islanda, Svizzera, Paesi Bassi e Canada. Tra le nazioni, che negli ultimi anni hanno visto crescere la loro curva di felicità, ci sono quelle del blocco dell’Europa orientale, come Ucraina, Moldavia, Slovenia e Russia. Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, il loro livello di soddisfazione esistenziale era crollato vertiginosamente, negli ultimi anni invece ha ricominciato a salire con buona progressione.

La paura d’ingrassare viene dal confronto con le snelle

Linea invidiabile Ansia di ingrassare. Paura di mettere su qualche chilo di troppo. Soprattutto nei punti critici. ...

Per ascoltare ci vuole “tatto”

Saper ascoltare Il tatto è un senso-chiave nel processo uditivo. Potrà sembrare strano, ma per sentire ...