iscrizionenewslettergif
Bergamo

Cinese fa lavorare il nipote di 15 anni: 9000 euro di multa

Di Redazione21 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Polizia locale

La Polizia locale

CENTRO CITTA’ — Novemila euro di multa e la sospensione dell’attività. E’ questa l’ammenda che la polizia annonaria di Bergamo ha comminato a un commerciante cinese che faceva lavorare nel suo negozio di parrucchiere due ragazzi in nero: il nipote di 15 anni e una cinese di 31.

Il negozio era ubicato in via Camozzi. Quando gli agenti sono entrati hanno trovato i due addetti al lavoro. Il titolare del negozio è stato denunciato. Dovrà rispondere di impiego di lavoro nero e minorile, oltre alla violazione al regolamento di igiene per aver utilizzato un bagno come magazzino. Denunciati anche i genitori del 15enne.

Il titolare ha fatto ricorso contro la chiusura, e regolarizzerà la 31enne.

Tariffa suolo pubblico: aumenti ridotti e rinviati al 2011

Il Sentierone BERGAMO -- Per bloccare quella delibera erano intervenute pesantemente le associazioni di categoria. E persino ...

Il 25 aprile visite guidate e concerto a Palafrizzoni

Palazzo Frizzoni BERGAMO -- In occasione della festa del 25 aprile Palazzo Frizzoni, il municipio di Bergamo ...