iscrizionenewslettergif
Politica

Consentire la trasferta ai tifosi: i politici bergamaschi si muovono per Inter-Atalanta

Di Redazione19 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio

BERGAMO — I politici bergamaschi si muovono insieme per riaprire il settore ospiti dello stadio di Milano. Con una lettera congiunta indirizzata al Ministero degli Interni, all’Osservatorio sulle manifestazioni sportive, al CASMS e al Prefetto di Bergamo è stata ufficialmente richiesta una revisione di quanto già deciso al fine di permettere l’igresso allo stadio per Inter – Atalanta in programma sabato 24 aprile alle ore 18. Ecco il testo della lettera.

Alla c.a Ministro degli Interni
Osservatorio delle manifestazioni sportive
Comitato analisi sicurezza delle manifestazioni sportive
Prefetto di Bergamo

Oggetto: provvedimenti per tifosi ospiti riguardo alla partita Inter-Atalanta del 24/4/10
Premesso che
– il Casms, riguardo alla partita Inter – Atalanta, in programma sabato 24 c.m. alle ore 18, ha disposto il divieto della vendita dei biglietti nella provincia di Bergamo e la vendita di un solo biglietto agli iscritti agli ‘Inter Club’ riconosciuti, anche se residenti nella provincia di Bergamo e la chiusura del settore ospiti;
– tale provvedimento è motivato dall’alto rischio della partita vista la forte rivalità tra le due tifoserie;
– nella gara d’andata, a Bergamo, nonostante l’alto rischio della partita è stata consentita la presenza dei tifosi interisti adottando la limitazione della vendita di un solo biglietto a testa;
Preso atto che
– al termine della partita d’andata un gruppetto di una ventina di tifosi atalantini si è reso responsabile di una sassaiola ad un autobus navetta che trasportava i tifosi interisti;
– per quegli incidenti tutta la tifoseria atalantina ha già subito una forte sanzione con il divieto alle trasferte seguenti di Bologna, Roma (Lazio) e Genova (Genoa);
– migliaia di tifosi non possono essere penalizzati per responsabilità di venti/trenta facinorosi;

Constatato che
– da quell’episodio dello scorso dicembre il comportamento della tifoseria atalantina non ha fatto segnalare particolari atti di intemperanza;
– in occasione della partita Milan – Atalanta dello scorso 28 febbraio si registravano all’ingresso del settore ospiti alcune criticità dovute all’alto numero di tifosi giunti in contemporanea nell’antistadio di San Siro nel quale era stato predisposto un “budello” forse troppo ristretto per consentire l’accesso di un così alto numero di sostenitori;
– tali criticità, non hanno comunque portato ad alcuno scontro con le forze dell’ordine, come del resto è confermato dal fatto che dell’episodio, per altro circoscritto a pochissimi minuti, non c’è stata la minima traccia sugli organi di stampa;
– nonostante la lievissima entità dell’episodio, la tifoseria atalantina è stata penalizzata nella seguente trasferta di Parma, gara assolutamente priva di rischi;
– altre tifoserie per episodi molto più gravi (per citare solo gli ultimi casi, la gara Livorno-Roma con i sostenitori romanisti autori di scontri, danneggiamenti al treno e saccheggio di un autogrill) non sono state previste sanzioni in gare non a rischio (Bologna-Roma, vietata ai tifosi giallorossi è classificata a rischio);

Visto che
– la tifoseria atalantina sta maturando una forte responsabilizzazione tanto da non aver fatto registrare episodi negativi nemmeno in occasione della presenza, nonostante il divieto di ingresso allo stadio, di 500 bergamaschi all’esterno del settore ospiti dello stadio di Parma;
– in queste ultime gare della stagione l’assenza della tifoseria di una squadra può essere un elemento in grado di falsare il campionato, sia per la lotta per lo scudetto che per la salvezza;

Considerato che
– da quanto emerge da informazioni raccolte, pare che diverse centinaia (potrebbero essere anche duemila) tifosi atalantini, per testimoniare la loro vicinanza alla squadra, abbiano intenzione di presentarsi comunque all’esterno dello stadio di San Siro, ripetendo così quanto fatto a Parma;

Si invitano le autorità in indirizzo vista la positiva recente responsabilizzazione della tifoseria organizzata dell’Atalanta e al fine di mettere tutte le squadre sullo stesso piano in questa fase finale del campionato;
– a valutare la possibilità di autorizzare la presenza dei tifosi atalantini nel settore ospiti di San Siro in occasione della prossima partita Inter-Atalanta, previa disposizione di limitazioni particolari alla vendita dei biglietti, considerando eventualmente anche l’ingresso dei tifosi ospiti in un orario differenziato (il settore ospiti potrebbe essere chiuso un paio d’ore prima dell’inizio della partita in modo da evitare l’incrocio con i sostenitori di casa applicando così il medesimo principio utilizzato per il deflusso nel dopopartita).

Franco Tentorio – sindaco di Bergamo
Sen. Alessandra Gallone (Pdl)
On. Giorgio Jannone (Pdl)
On. Antonio Misiani (Pd)
On. Giovanni Sanga (Pd)
On. Giacomo Stucchi (Lega Nord)
On. Nunziante Consiglio (Lega Nord)
On. Pierguido Vanalli (Lega Nord)
On. Sergio Piffari (Idv)

Daniele Belotti – Cons. reg.le Lombardia (Lega Nord)
Roberto Pedretti – Cons. reg.le Lombardia (Lega Nord)
Marcello Raimondi – Cons. reg.le Lombardia (Pdl)
Carlo Saffioti – Cons. reg.le Lombardia (Pdl)
Maurizio Martina – Cons. reg.le Lombardia (Pd)
Elena Carnevali – cons. com.le Bergamo (Pd)

Fabio Gennari

Arriva a Bergamo Alleanza per l’Italia

Rutelli e Tabacci BERGAMO -- Si è costituito a Bergamo il comitato promotore di Alleanza per l’Italia, il ...

Regione: è Raimondi il primo assessore bergamasco al Pirellone

Marcello Raimondi updated MILANO -- Alla fine ce l'ha fatta. Marcello Raimondi, consigliere regionale rieletto nelle file ...