iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Acido folico amico dei bebé

Di Redazione16 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Dolce attesa

Dolce attesa

Più folati nella dieta quotidiana per chi intende avere un figlio. L’ acido folico è essenziale, come evidenziato dal progetto “Pensiamoci prima”, dedicato all`alimentazione delle donne che vogliono un bebè o non escludono di averlo.

“Una buona regola che vale sempre e almeno tre mesi prima del concepimento”- spiega Stefania Ruggeri, ricercatrice dell`INRAN. Attualmente si ricorre all’ integrazione di folati in special modo durante la gravidanza, ma per tutelare la salute del bebè la donna fertile dovrebbe raddoppiare la dose ottimale, pari a 200, e quindi assumerne 400 microgrammi”.

L’acido folico si rivela essere un vero e proprio scudo contro gravi malformazioni del feto: i folati riducono infatti del 50-70% il rischio di anencefalia e spina bifida, e del 10-20% altre malformazioni congenite come le cardiopatie.

L’ invito ad arricchire la dieta con queste vitamine del gruppo B, in grado di proteggere la salute delle donne e prevenire gravi malformazioni del feto, è arrivato dagli esperti dell’ INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) e dell’ ICDB (Alessandra Lisi International Centre on Birth Defects) che hanno lanciato il progetto finanziato dal ministero della Salute e il sito con i consigli per una dieta giornaliera per mettersi al sicuro.

Ma dove trovare i folati, oltre che nelle compresse che vengono solitamente prescritte a chi cerca un figlio e a chi è nel primo trimestre di gravidanza? I più ricchi di folati sono asparagi (372 mcg ogni 250 grammi) e broccoletti rapa (333), poi broccoli (214) e ancora arance (63 mcg ogni 150 grammi), mandarini (57) e kiwi (42). Ottime anche le foglie verdi di lattuga, spinaci e rucola, così come i legumi: lenticchie (181 mcg ogni 30 grammi secchi) e fave (90) i più salutari. I folati si trovano anche, ma in minor dose, in alimenti animali: 100 grammi di uova ne offrono 50 microgrammi.

Shampoo e profumi causano pubertà precoce

Una bimba mentre fa il bagnetto Sotto accusa shampoo, smalti, lozioni e profumi. Ftalati, fenoli e fitoestrogeni in essi contenuti interferirebbero ...

Depressione postpartum: più frequente se nasce maschio

Abbraccio tra mamma e bebé Speriamo che sia femmina. E non parliamo del film, ma della realtà. La rivista Journal ...