iscrizionenewslettergif
Poesie

“Il volo” di Sara Teasdale

Di Redazione13 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Guarda indietro con occhi desiderosi e sappi che
seguirò,
Sollevami nel tuo amore come un vento leggero
solleva una rondine,
Fa che il nostro volo sia lontano nel sole o nella
pioggia ventosa—
Ma cosa se udissi il mio primo amore chiamarmi di
nuovo?
Tienimi sul tuo cuore come il mare coraggioso
trattiene la schiuma,
Portami lontano sulle colline che nascondono la
tua casa;
La pace coprirà di frasche il tetto e l’amore
chiuderà col chiavistello la porta—
Ma cosa se udissi il mio primo amore chiamarmi una
volta ancora?

“Pioggia” di Federico Garcia Lorca

rainLa pioggia ha un vago segreto di tenerezza una sonnolenza rassegnata e amabile, una musica umile si ...

“Il Ruscello” di Jacques Prévert

a7Tanta acqua è passata sotto i ponti ed anche un grande fiume di sangue. ...