iscrizionenewslettergif
Bergamo

Edilizia pubblica: ecco come ottenere le 30 case disponibili

Di Redazione8 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sono trenta gli alloggi disponibili

Sono trenta gli alloggi disponibili

BERGAMO — E’aperto dal 12 Aprile fino al 30 giugno 2010 il bando di concorso per l’assegnazione in locazione degli alloggi di Edilizia residenziale pubblica sul territorio del Comune di proprietà dello stesso e dell’Aler. Gli alloggi disponibili per l’assegnazione previsti per il secondo semestre 2010 sono 30.

La presentazione delle domande, redatte su apposito modulo, dovrà essere effettuata presso l’Unità operativa assegnazione alloggi in P.zza Matteotti n. 3. La raccolta delle domande si concluderà alle ore 12 del 30 Giugno 2010.

Fino a tale data sarà possibile inviare anche la domanda tramite raccomandata a.r. (all’indirizzo – Unità operativa assegnazione alloggi – piazza Matteotti 3, 24100 Bergamo). Oltre alla normale assistenza fornita a tutti i cittadini, l’ufficio Assegnazione alloggi ha previsto per i cittadini stranieri, presso i propri sportelli nei giorni di martedì e giovedì dalle 9 alle 12, un operatore dedicato per l’aiuto nella compilazione e comprensione della domanda e delle autocertificazioni.

E’ possibile inoltre per chiunque rivolgersi presso le organizzazioni sindacali degli inquilini (Sunia,Sicet, Uniat e Unione Inquilini) per la compilazione della domanda.

Per partecipare al bando sono necessari i seguenti requisiti:
– 5 anni di residenza anagraficamente documentabile in Regione Lombardia
– residenza o attività lavorativa regolare nella città di Bergamo
– coloro che non risiedono o non lavorano nella città di Bergamo possono presentare comunque domanda solo nel caso in cui il comune di residenza e dove chi fa richiesta lavora non abbiano indetto il bando nel primo e secondo semestre 2009.
– i cittadini extracomunitari devono essere in possesso del permesso di soggiorno di durata biennale/carta di soggiorno e avere regolare attività lavorativa.
– non essere proprietari di beni immobili adeguati alla composizione del nucleo familiare in Italia e all’estero.

Oltre al controllo delle proprietà immobiliari su tutto il territorio nazionale, effettuato tramite banche dati dell’Agenzia delle Entrate, da quest’anno il controllo delle proprietà all’estero sarà attivato a campione presso le ambasciate di riferimento. Inoltre in mancanza di redditi certi l’U.O. Assegnazione Alloggi applicherà quanto approvato dall’Amministrazione con provvedimento in data 26/02/2008 n. 69/5 e precisamente “Le situazioni economiche presentate dalle famiglie in sede di domanda di accesso per l’e.r.p. e in sede di anagrafe dell’utenza non devono avere valori sensibilmente inferiori a quelli pubblicati dall’ISTAT. Le situazioni economiche che non rientrano in questi valori comportano la segnalazione alla Guardia di Finanza, il mancato accesso alla graduatoria, l’annullamento dell’assegnazione e la decadenza, in caso di assegnazione già in essere, ai sensi dell’art. 18- lett. h) del R.R. n° 1/04.”

Scarica il bando 2010

Finto agente truffa due anziani in città

Ancora truffe agli anziani BERGAMO -- Doppio colpo di un finto agente delle forze dell'Ordine che nel giro di ...

Ubriaco a zig zag: bloccato ghanese in moto

Le moto della Polizia locale BORGO PALAZZO -- Agli agenti che lo hanno fermato mentre zigzagava col suo motorino in ...