iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalanta, Osti ammette: sono stati commessi degli errori

Di Redazione1 aprile 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il direttore sportivo Osti con Amoruso

Il direttore sportivo Osti con Amoruso

ZINGONIA — Carlo Osti ammette che in questa tribolata stagione sono stati commessi degli errori. A specifica domanda però non entra nel merito, non affronta discorsi futuri sia per la sua posizione che per le scelte sulla squadra: adesso bisogna pensare a battere il Siena, poi a fare più punti possibili e quando la classifica darà maggiori certezze si affronterà ogni cosa. Direttamente dalla sala stampa di Zingonia, ecco le dichiarazioni del direttore sportivo nerazzurro.

Direttore, con il Siena torna Cristiano Doni: una notizia sicuramente positiva…
E’ molto importante il suo ritorno nonostante il problema al naso che ha subito nell’allenamento di mercoledì, ci sono molti giocatori infortunati e quindi c’è bisogno davvero di tutti. Ci aspetta un finale di campionato difficilissimo, le forze di ogni giocatore disponibile saranno molto importanti quindi dico: bentornato Cristiano.

In Toscana questa gara è dipinta come una finale mondiale: concorda?
Credo sia giusto che il Siena la pensi in questi termini, è una gara da “dentro o fuori” sia per noi che per i nostri avversari. Ci vorrà attenzione, dovremo cercare di sbagliare meno possibile e sabato vedremo quale sarà la squadra che arriverà più pronta dal punto di vista psico-fisico all’impegno.

Calendario alla mano, un successo potrebbe significare recuperare punti preziosi sulle dirette avversarie…
Per come è la classifica oggi, l’Atalanta deve solo pensare a fare più punti possibili. A Bergamo abbiamo quattro partite e dobbiamo cercare altrettanti successi: fuori poi proveremo a mettere la stessa grinta e la stessa attenzione nella speranza di conquistare altri punti. Alla fine faremo i conti.

Tante note negative in questo periodo, l’ennesimo divieto per i tifosi di seguirvi in trasferta è solo l’ultima in ordine di tempo…
Di questo argomento preferisco non parlare perchè non voglio esprimere giudizi in merito. Certamente, ci dispiace moltissimo che i nostri tifosi non possano seguirci lontano dal Comunale: sanno essere molto caldi, si fanno sentire e andare in giro per l’Italia senza di loro è un problema.

La stagione, possiamo dirlo, è stata deludente e inattesa: quali sono per lei le cause?
Non penso che questa sia la sede opportuna per fare dichiarazioni di questo genere, è chiaro che se ci troviamo in questo momento in questa situazione significa che sono stati commessi degli errori. Adesso siamo ancora in corsa per la salvezza, c’è ancora la possibilità di raddrizzare la stagione per cui è giusto che la squadra, la società e il pubblico remino dalla stessa parte per cercare un risultato difficile ma non impossibile. Avremo poi tempo per fare valutazioni differenti.

Volpi e Zanetti, due nomi di una campagna di riparazione non del tutto soddisfacente…
Ho appena detto che non è questa la sede per affrontare certi discorsi, adesso tute le forze devono essere concentrate per battere il Siena e poi per affrontare le ultime sei partite: a tempo debito penseremo a tutte le altre valutazioni del caso.

Il futuro di Osti sarà nell’Atalanta?
Mi ripeto: di tutto questo si parlerà in un altro momento. Oggi la cosa che conta davvero è la squadra, la speranza che possa esprimersi al meglio e che possa raggiungere i risultati immediati che aiutino nella difficile salvezza. In futuro avremo tempo per discutere di altro.

In una situazione così incerta dove non si conosce il futuro, come si programma il lavoro?
In ogni caso il mondo va avanti, la vita va avanti: si lavora tenendosi pronti per qualsiasi evenienza.

Fabio Gennari

La FoppaPedretti vola a Cannes per il titolo europeo

La Foppa festeggia la Champions della passata stagione BERGAMO -- E' tutto pronto in casa FoppaPedretti Bergamo per il grande week-end pasquale di ...

Il Ponte San Pietro Isola compie 100 anni: parte la festa

Il presidente Marziale Bonasio PONTE SAN PIETRO -- L'A.C Ponte San Pietro Isola, storica società calcistica dell'Isola, compie cento ...