iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Valbrembana

Staccava etichette per ottenere rimborso: farmacista nei guai

Di Redazione31 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Staccava le etichette dai farmaci per ottenere il rimborso

Staccava le etichette dai farmaci per ottenere il rimborso

ZOGNO — Truffa i danni del servizio sanitario nazionale. E l’accusa a cui dovrà rispondere un farmacista che esercita la professione in Val Brembana ma di cui non sono state rese note altre generalità.

Durante un controllo in farmacia, i Carabinieri di Zogno in collaborazione con i Nas (Nucleo antisofisticazione) di Brescia hanno scoperto 500 scatole di farmaci invenduti con l’etichetta già tolta. Secondo i Carabinieri le etichette erano destinate a essere appiccicate a ricette fasulle, per ottenere il rimborso dal servizio sanitario nazionale. I farmaci in realtà venivano buttati via.

Le indagini non sono ancora terminate. I Carabinieri puntano a chiarire ogni aspetto della truffa e un possibile coinvolgimento di ulteriori persone.

Per ripulire il torrente vola nella scarpata: salvato dall’elicottero

L'intervento dell'elicottero (foto Mariani) SEDRINA -- Tutta colpa dei manifesti elettorali. Sì quei manifesti di propaganda che qualcuno aveva ...

Massi si staccano dalla parete e piombano in uno studio dentistico

Studio dentistico (immagine di repertorio) ZOGNO -- Tragedia sfiorata ieri mattina a Zogno. Un gruppo di massi di discrete dimensioni ...