iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Regionali, per ora vince l’astensionismo: affluenza in calo dell’8 per cento

Di Redazione28 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un seggio elettorale

Un seggio elettorale

updated BERGAMO — Otto punti in meno rispetto alle precedenti regionali del 2005. E’ questo il dato più eclatante che emerge dalla prima giornata delle tornata elettorale per la corsa al Pirellone. Alle 22 di questa sera hanno votato il 51,8 per cento del bergamaschi contro il 60 di cinque anni fa.

L’astensionismo è per or il protagonista di quest’edizione dal momento che anche in ambito nazionale si registra un netto calo dell’affluenza alle urne che è scesa sotto il 50 per cento attestandosi al 47 contro il 55,9 del 2005. I dati in Lombardia dicono 49,3 per cento contro il 58,7 di cinque anni fa.

Si è votato per ora di più in provincia che in città. Nel capoluogo hanno votato il 50,8 per cento degli aventi diritto, un punto in meno rispetto alle media del resto della Bergamasca.

Che la giornata fosse fin troppo calma lo si era capito subito. Già a mezzogiorno l’affluenza di tre punti in calo rispetto alle precedenti regionali del 2005. A quell’ora avevano votato per le Regionali il 12,2 per cento degli elettori, in in calo rispetto alle Regionali del 2005, dove l’affluenza era stata del 15,6 per cento. E il saldo negativo è proseguito e si è allargato durante la giornata.

Ecco i dati di ciascun Comune della Bergamasca finora.

Busta esplosiva inviata alla sede della Lega: un ferito

I resti della busta recuperati dalla Digos MILANO -- Si alza pericolosamente la tensione alla vigilia delle elezioni regionali. Questa mattina l'esplosione ...

Voto vip: Di Pietro e Pezzotta ai seggi bergamaschi

Pezzotta vota alla Tribulina BERGAMO -- Si è visto un po' di tutto ieri ai seggi, compresi vip e ...