iscrizionenewslettergif
Bergamo

Polizia locale: arriva il Nucleo di sicurezza urbana

Di Redazione27 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le moto della Polizia locale

Le moto della Polizia locale

BERGAMO — Al fine di realizzare gli indirizzi strategici dell’amministrazione comunale finalizzati ad incrementare i presidi territoriali (vigili di quartiere) e più in generale la presenza della Polizia locale sul territorio cittadino,dal 1 aprile 2010 sarà attivo il Nisu (Nucleo interventi per la sicurezza urbana). Lo ha comunicato il comando della Polizia locale stessa.

L’obiettivo primario del Nisu, composto in fase iniziale da 4 agenti, sarà quello di garantire la massima visibilità e presenza della Polizia locale sul territorio, nei luoghi maggiormente frequentati, di più facile aggregazione della popolazione, nonché di criticità rilevanti sotto il profilo della sicurezza urbana.

Saranno così potenziati i servizi di prevenzione e repressione delle condotte antigiuridiche, riguardanti in particolare la sicurezza urbana, attraverso una ancor più visibile attività della Polizia Locale che garantisca il rispetto delle regole del vivere civile sulle aree pubbliche (strade, giardini,  parchi, mezzi pubblici ecc).

Il servizio si svolgerà con moduli orari flessibili di specifica turnazione collocati in tre turni su 7 giorni.

Il costante impiego dell’ ufficio mobile da parte del Nisu assicurerà un supporto ai nuclei territoriali per il controllo del territorio con stazionamento e operatività nei vari quartieri della città, in località preventivamente mappate dal comando della polizia locale sulla base di analisi e segnalazioni raccolte dalle  circoscrizioni , dai comitati di quartiere e dai singoli cittadini.

Il personale impiegato garantirà il pattugliamento appiedato della zona unitamente al presidio dell’ufficio mobile, che consentirà  così ulteriore supporto operativo agli agenti, alta visibilità e facile contattabilità da parte dei cittadini.

Prioritariamente saranno altresì svolte le funzioni di prossimità e rapporto con le utenze deboli, o esposte maggiormente a rischi, mediante servizi su autobus, presso le scuole, gli oratori e i centri di aggregazione giovanile.

Il Nisu potrà successivamente essere equipaggiato di particolari strumenti e dotazioni, quali le unità  cinofile, in un sistema di moderna operatività già presente in altre realtà cittadine. Il personale, adeguatamente formato per tali compiti, sarà un punto di riferimento per i cittadini che sempre più chiedono una maggiore percezione di sicurezza e presidio del territorio; attese che saranno ulteriormente soddisfatte mediante un futuro incremento della dotazione organica dei nuclei territoriali.

Sala espositiva Gamec nel parco: parola alla Sopraintendenza

Una simulazione delle sale espositive nel parco CENTRO CITTA' -- Lo scoglio della Commissione comunale è stato superato. Ora toccherà alla Sopraintendenza ...

Diffamazione ai Bortolotti: a giudizio Vanni Maggioni

Il tribunale di via Borfuro BERGAMO -- E' stato rinviato a giudizio per il reato di diffamazione l'ex consigliere comunale ...