iscrizionenewslettergif
Bergamo

Perseguita l’ex fidanzata: medico dei Riuniti accusato di stalking

Di Redazione26 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — L’accusa è pesante: stalking ovvero pesante persecuzione nei confronti della ex fidanzata. Dovrà risponderne un medico di 36 anni degli Ospedali Riuniti, denunciato da una ragazza di 27 anni con cui ha avuto una relazione.

Anche la giovane lavora ai Riuniti, nel personale paramedico. I due hanno intrapreso una relazione e per qualche mese avevano vissuto insieme, nella casa di lui. Ma nel novembre scorso, quando lei ha deciso di interrompere la love story e andarsene, lui l’avrebbe malmenata, stando alla denuncia.

La denuncia racconta anche di mesi di persecuzioni, angherie, pedinamenti persino sulle piste da sci, trappole per vederla, ricriminare e persino metterle le mani addosso, sms offensivi anche ai genitori di lei e insulti fra le corsie d’ospedale. E così si è arrivati davanti al giudice per l’udienza preliminare che ieri ha sottoposto il 36enne a un interrogatorio di garanzia. Il medico però si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Per lui è scattato il divieto di avvicinarsi alla ragazza. Il medico non potrà aggirarsi nei dintorno dell’abitazione della donna, né avvicinarsi al reparto in cui è ora stata trasferita e neppure ai luoghi frequentati dalla ex.

Tenta di entrare in tribunale con due coltellacci: denunciato

La sede di via Borfuro (foto Mariani) CENTRO CITTA' -- Chissà cosa aveva in mente. Certo è che l'ha fatta grossa il ...

Sala espositiva Gamec nel parco: parola alla Sopraintendenza

Una simulazione delle sale espositive nel parco CENTRO CITTA' -- Lo scoglio della Commissione comunale è stato superato. Ora toccherà alla Sopraintendenza ...