iscrizionenewslettergif
Università

Associazione linguistica: Bernini nuovo presidente

Di Redazione26 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giuliano Bernini

Giuliano Bernini

Giuliano Bernini, docente di Linguistica generale della Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università degli Studi di Bergamo, è stato eletto presidente dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata (AItLA) durante il convegno annuale dell’associazione.

Bernini, già preside della Facoltà di Lingue e letterature straniere, è attualmente pro-rettore per le relazioni internazionali dell’Ateneo bergamasco. È esperto di tipologia linguistica e di apprendimento spontaneo dell’italiano come lingua straniera e ha anche lavorato sul dialetto.

Si è laureato all’Università Statale di Milano in Lettere e filosofia, con una tesi di argomento glottologico. E’ stato professore associato di Linguistica applicata all’Università di Pavia dal 1987 al 1997, dove ha partecipato al Progetto di Pavia sull’apprendimento del’italiano come lingua seconda. Negli anni ’90 ha coordinato uno dei gruppi di ricerca sulla tipologia delle lingue d’Europa nell’ambito del progetto EUROTYP finanziato dalla European Science Foundation ed è ora membro fondatore di LANE (Language Acquisition Network of Europe). E’ anche valutatore di progetti per la Commissione europea.

L’AItLA (www.aitla.it) è stata fondata nel 1999 a Pisa ed è la sezione nazionale dell’AILA (Association Internationale de Linguistique Appliquée), fondata a Nancy nel 1964.
La linguistica applicata è un campo di studi interdisciplinare dove le conoscenze teoriche acquisite nei vari campi della linguistica sono raccordate con le realtà di uso, di apprendimento e di perdita del linguaggio e delle lingue. La linguistica applicata mira ad elaborare soluzioni, o a fare proposte di miglioramento, per situazioni problematiche che coinvolgono utenti del linguaggio.

Le aree di intervento della linguistica applicata comprendono processi relativi a singoli utenti della lingua, come p.es. l’apprendimento di lingue seconde e le relative tecnologie didattiche o l’impostazione di trattamenti riabilitativi volti al recupero del linguaggio in soggetti con patologie linguistiche.

Accanto a questo la linguistica applicata ha rilevanza nel campo delle professioni, occupandosi anche dell’uso del linguaggio nella comunicazione tra gli addetti di un ente o di un’impresa e tra questi e gli utenti che usufruiscono dei servizi. In ambito forense la linguistica applicata può intervenire sulle tecniche di interrogatorio, ma anche sul riconoscimento della voce di persone implicate in cause giudiziarie. Infine, a livello sociale, la linguistica applicata si occupa della pianificazione linguistica, come negli stati di neo-formazione postcoloniale che hanno dovuto adottare una lingua comune (p.es. il Kenya) ma anche nelle comunità di minoranza che difendono le proprie tradizioni linguistiche e culturali (p.es. le comunità walser nelle valli intorno al Monte Rosa).

Molti dei problemi che interessano l’intera società possono trovare risposta, almeno parziale, nelle tecniche e nei metodi della linguistica applicata, come i problemi relativi all’insegnamento di materie scolastiche in classi plurilingui con forte presenza di immigrati, o ancora i problemi relativi al riconoscimento e al recupero di deficit di competenza linguistica spesso denunciati presso i nostri giovani e non più giovani da insegnanti e giornali. Infine, le sensibilità nei confronti dei dialetti e del loro mantenimento trovano nella linguistica applicata lo sfondo scientifico che permette di affrontare rivendicazioni di riconoscimento di diversi modi di parlare con competenza e senza distrazioni di ordine ideologico.

La radio dell’ateneo invade “Il Cantiere di Radio 3”

Il Cantiere di Radio Tre RBG pronta ad invade Radio Tre. La web-radio universitaria sarà infatti ospite della terza rete ...

La gestione dei disastri in microfinanza

La sede della Facoltà di Economia in Via dei Caniana "La gestione dei rischi di disastro negli intermediari di microfinanza". Questo il titolo del lavoro ...