iscrizionenewslettergif
Isola

Il Ponte di Calusco supera i controlli antivibrazione

Di Redazione25 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Ponte di San Michele, fra Calusco e Paderno

Il ponte di San Michele, fra Calusco e Paderno

CALUSCO D’ADDA — Dopo 130 anni è ancora lì, a collegare la Bergamasca con la sponda lecchese dell’Adda. Stiamo parlando del colossale ponte di Calusco che ha superato anche i collaudi antivibrazione realizzati dal Politecnico di Milano.

Il ponte di San Michele, progettato dall’ingegnere svizzero Jules Röthlisberger (1851-1911) e realizzato nel 1889 dalla Società Nazionale Officine di Savigliano (il cui ufficio tecnico era diretto da Röthlisberger), è lungo 266 metri, e si eleva a 85 metri al di sopra del livello del fiume.

È formato da un’unica campata in travi di ferro da 150 metri di corda che sostiene, tramite 7 piloni sempre in ferro, un’impalcatura a due livelli di percorribilità, il primo ferroviario e il secondo (6,3 metri più in alto) stradale. La sede stradale è larga cinque metri, ed è a singola corsia.

Per decine di anni ha ospitato il passaggio dei pesantissimi treni merci. In anni più recenti la circolazione è stata limitata a convogli più leggeri. Certo è che la sua resistenza è eccezionale. I tecnici del Dipartimento di Ingegneria strutturale hanno effettuato controlli sull’entità delle vibrazioni della struttura in ferro.

Ebbene, da un primo esame dei dati pare che la struttura non mostri evidenti malfunzionamenti, sostengono gli esperti. I dati raccolti serviranno anche per un confronto con le indagini che verranno effettuate nei prossimi anni.

Delitto di Almè: il presunto omicida si risveglia dal coma

Un'auto dei Carabinieri PONTE SAN PIETRO -- E' uscito dal coma e, quanto prima, avrà molte cose da ...

Ritrovato morto lungo il fiume il 74enne scomparso

Le sponde del fiume Adda CAPRIATE -- Di lui si erano perse completamente le tracce fin dal 20 marzo scorso. ...