iscrizionenewslettergif
Sport

Altro giro, altra tripletta: 3-1 dell’Atalanta al Cagliari

Di Redazione24 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Valdes festeggiato dai compagni in occasione del 3-0 (foto Mariani)

Valdes festeggiato dai compagni in occasione del 3-0 (foto Mariani)

BERGAMO — Due su due. Sei punti, sei reti e tante speranze. Dopo i tre gol al Livorno l’Atalanta si ripete contro il Cagliari e il 3-1 maturato al Comunale tiene vive le speranze salvezza di una squadra che ha dimostrato un importante cambio di rotta.

Pubblico scatenato nella fase iniziale della partita, Valdes da sinistra smista un paio di palloni interessanti ma la prima conclusione di un certo rilievo è del cagliaritano Dessena che al 6′ scarica un destro da fuori largo di un paio di metri.

Chevanton è molto attivo, nel breve volgere di quattro minuti tra il 9′ e il 13′ conquista due punizioni interessanti dal limite che però non sortiscono effetto: prima lo stesso Chevanton appoggia per Marchetti, poi Guarente a giro spedisce alto; il centrocampista toscano non lesina appoggi e verticalizzazioni complicate, quando al 15′ scarica sul fondo un destro interessante dimostra di essere abbondantemente in partita.

Episodio importante al 17′, Dessena in netto ritardo si rende protagonista di un’entrata killer sulla caviglia di Valdes proprio davanti alla panchina di Mutti facendo esplodere di rabbia il Comunale: Rocchi estrae subito il rosso e in campo si accende un piccolo parapiglia che è davvero difficile da spiegare visto che l’arbitro non poteva fare altrimenti.

L’Atalanta spinge, la gente ci crede e al 23′ Marchetti compie il miracolo sul destro violento di Garics che sarebbe finito all’angolino: passano alcuni minuti e il solito Valdes (32′) spara un fendente dai 25 metri che costringe l’estremo cagliaritano ad un nuovo intervento. Dopo l’uscita di Chevanton al 35′ per un problema muscolare, dentro Tiribocchi al suo posto, sono ancora i nerazzurri a sfiorare il vantaggio con l’onnipresente Valdes: cross lungo di Garics al 37′, sinistro al volo che rimbalza per terra e Marchetti a smanacciare come può.

L’avvio di ripresa dei nerazzurri è veemente, il Cagliari si difende a pieno organico e non si vedono pertugi ma al 53′ arriva l’episodio che cambia completamente la serata. Padoin sfonda centralmente, gran destro dalla distanza che Marchetti respinge come può e Tiribocchi, appostato in area, insacca di sinistro la rete (numero 8 per lui) che tiene l’Atalanta aggrappata alla serie A. Subito dopo il gol, Valdes prova per due volte (54′ e 60′) a chiudere i conti ma trova prima il solito Marchetti e poi manca lo specchio di un palmo.

I rossoblù sono in ginocchio, la squadra di Mutti aspetta solo il momento per sferrare il colpo del ko che arriva al 64′ su calcio di rigore: Bianco anticipa netto Matri ai 35 metri, palla filtrante per Tiribocchi che salta Canini e finisce giù. Rocchi fischia il penalty, Valdes insacca spiazzando il portiere e Bergamo sogna ancora la salvezza.

Fedele alla regola del “tre gol per tre punti”, Valdes al 73′ spedisce all’incrocio un destro da urlo che fa esplodere la pazzia generale: la gente esulta, gli applausi si sprecano e quando il cileno esce tutto lo stadio lo saluta degnamente. Nel finale il Cagliari si vede assegnare un rigore dubbio per fallo di Manfredini su Ragatzu, Cossu si presenta sul dischetto e centra la traversa per una serata che, rete di Conti al 91′ e Lazio a parte, resta da incorniciare.

Atalanta – Cagliari 3-1
Reti: 53′ Tiribocchi(A), 64′ rig. e 73′ Valdes(A), 91′ Conti(C)

Atalanta: Consigli, Garics, Bianco, Manfredini, Peluso, Ferreira Pinto (76′ De Ascentis), Guarente, Padoin, Valdes (74′ Ceravolo), Amoruso, Chevanton (35′ Tiribocchi). All.: Mutti

Cagliari: Marchetti, Canini, Astori, Ariaudo, Agostini, Dessena, Conti, Biondini, Cossu, Matri (71′ Nenè), Larrivey (62′ Jeda, 77′ Ragatzu) . All.: Allegri

Ammoniti: Astori(C), Peluso(A), Cossu(C), Canini(C), Valdes(A)

Espulsi: Dessena(C) al 19′

Fabio Gennari

Dirigenti: l’Atalanta contatta lo juventino Castagnini

Renzo Castagnini, responsabile del settore giovanile bianconero BERGAMO -- Benchè non ci sia nessuna trattativa avanzata, la notizia è sicuramente interessante. Secondo ...

Spettacolo Valdes, Tiribocchi all’ottavo sigillo

Ingresso decisivo per Simone Tiribocchi (foto Mariani) BERGAMO -- Jaime Valdes, ancora una volta Jaime Valdes. Sempre propositivo, sempre pericoloso e stavolta ...