iscrizionenewslettergif
Isola

Fabbrica bomba da internet: 14enne muore per l’esplosione

Di Redazione22 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La corsa dell'ambulanza

La corsa dell'ambulanza

CASSANO D’ADDA — Seguendo le indicazioni trovate su internet stavano costruendo una bomba artigianale, ma l’ordigno gli è scoppiato fra le mani. E’ morto agli Ospedali Riuniti di Bergamo, in cui si trovava ricoverato da una settimana, Francesco Obinu, un ragazzo di 14 anni che insieme a due coetanei aveva messo in piedi un micidiale gioco finito in tragedia.

I carabinieri stanno ancora indagando per chiarire tutti i contorni della vicenda. Dalla ricostruzione, pare che i tre giovani stessero fabbricando un ordigno artigianale attraverso le istruzioni trovate su un sito internet. La bomba, molto simile a una molotov, era stata costruita togliendo polvere da spara da alcuni petardi e avvolgendola in un fazzoletto impregnato di benzina. Il tutto era stato infilato dentro una bottiglietta di vetro di 25 cl. Cosa abbia provocato l’improvviso innesco della miscela è tutto da stabilire.

Certo è che l’esplosione, avvenuta nella zona industriale di Cassano d’Adda, in via Einstein, è stata fortissima. Ad avere la peggio è stato Francesco, trovato dai soccorritori incosciente a terra, in un lago di sangue, a causa delle lacerazioni riportate all’addome e alle gambe. Meno gravi gli altri due giovani, anche loro residenti a Cassano. Il primo ha riportato solo ferite superficiali ed è stato dimesso dall’ospedale. Il secondo è ancora ricoverato a Melzo, ma sembra fuori pericolo.

Per il povero Francesco, invece, nulla da fare. Il ragazzo è stato trasportato d’urgenza ai Riuniti di Bergamo. Per una settimana è rimasto ricoverato in condizioni critiche in terapia intensiva pediatrica. Pareva che le sue condizioni fossero in miglioramento. Ma sabato c’è stato un tracollo.

La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi. Il quattordicenne frequentava la prima superiore Meccanica in un Istituto di Gorgonzola e viveva con i genitori e un fratellino di 8 anni in un’abitazione di Corso Europa a Cassano. La data dei funerali non è ancora stata fissata. Per lunedì alle 19.30 è stata programmata una fiaccolata fino alla parrocchia di Cristo Risorto, dove alle 20. 45 è prevista la recita di un rosario.

Ponte San Pietro: festa di primavera sull’Isolotto

Una festa di primavera sull'Isolotto PONTE SAN PIETRO -- Una grande sull'Isolotto di Ponte San Pietro ripulito, non più tardi ...

Delitto di Almè: il presunto omicida si risveglia dal coma

Un'auto dei Carabinieri PONTE SAN PIETRO -- E' uscito dal coma e, quanto prima, avrà molte cose da ...