iscrizionenewslettergif
Salute

Contro il tumore al seno, estratto di melone amaro

Di Redazione22 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il melone amaro

Il melone amaro

Si chiama “bitter melon” e cresce nel clima tropicale e subtropicale di Asia, Africa e Sud America. Si tratta di un frutto davvero miracoloso perché è in grado di bloccare lo sviluppo del cancro al seno. È quanto emerge da uno studio condotto dalla University of Colorado (Usa) e pubblicato sulla rivista internazionale Cancer Research.

Pare che gli ingredienti principali del “melone amaro” interferiscano con i percorsi chimici della crescita del tumore alla mammella, inibendone l’ulteriore crescita e spingendo all’apoptosi (suicido) le cellule neoplastiche già esistenti. Gli studiosi hanno già messo in evidenza che per certificare le proprietà anticancerogene del frutto esotico – noto anche come cetriolo amaro o zucca selvatica – siano necessari ulteriori studi che verranno condotti in un primo tempo sugli animali.

Tuttavia, lo studio in laboratorio ha dato risultati che lasciano ben sperare per le ricerche future nella prevenzione. L’estratto del melone amaro è stato usato per molto tempo nella medicina popolare come rimedio per diabete e infezioni di varia natura. Ora, spiegano i medici,  potrebbe essere usato come integratore alimentare per le pazienti già affette dal cancro al seno per fermare la recidiva della malattia: “Il tumore al seno è un killer per le donne di tutto il mondo – spiega Rajesh Agarwal, coautore dello studio – e in tale prospettiva i risultati di questo studio sono molto significativi”.

Sempre più ospedali a misura di donna

Sempre più ospedali a misura di donna Sempre più ospedali a misura di donna. Sono infatti oltre 70 le nuove candidature degli ...

Malattie sessuali in aumento

Amore tra adolescenti Allarmante aumento delle malattie a trasmissione sessuale in Italia. A dirlo è la Società ...