iscrizionenewslettergif
Politica

Sicurezza, Saffioti: non abbassare la guardia

Di Redazione19 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Saffioti

Carlo Saffioti

BERGAMO — “Coniugare una giusta politica dell’integrazione, pretendere il rispetto delle leggi e la certezza della pena”. Lo ha detto il consigliere regionale e candidato alle prossime elezioni Carlo Saffioti.

“In questi anni la Regione Lombardia ha fatto molto anche se siamo consapevoli che il tema è complesso e le cose da fare sono molte. Ricordiamoci che la via dell’integrazione passa per la sicurezza – spiega Saffioti –. Complessivamente, dal 2000 al 2008, la Regione Lombardia ha stanziato circa 90 milioni di euro per progetti di sicurezza urbana, di cui circa 13,5 milioni per la Bergamasca. Ma non dobbiamo abbassare la guardia. La sicurezza è una condizione necessaria per la buona qualità di vita e l’impegno continuerà su questa strada perché solo creando condizioni sicure è possibile mettere le basi per una buona solidarietà e integrazione”.

Secondo i dati pubblicati dall’Istituto Regionale di Ricerca della Lombardia nel corso del 2007 i delitti denunciati all’Autorità Giudiziaria in Italia sono stati 2.933.146, di cui 556.661 nella sola Lombardia (incremento rispetto al 2006 del 5,85%). Il quoziente di criminalità, che misura il numero di delitti denunciati ogni 100mila abitanti, ottenuto rapportando il numero di delitti denunciati sulla popolazione residente, in Lombardia è pari a 5.773,051 (in Italia è 4.919).

Per la provincia di Bergamo l’indice è sotto la media e pari a 2.774, Milano è pari a 6.903. Rapporto alla mano, “i dati rivelano però come al crescere della presenza di associazioni (istituzioni no profit e volontariato) diminuisce la propensione di un territorio alla criminalità (-4,76%), così come la mancata integrazione della popolazione migrante può contribuire a innalzare l’indice di delittuosità (+0,47%)”.

La Regione Lombardia in questi anni è intervenuta con una serie di provvedimenti tra cui: patti locali di sicurezza; accordo di programma quadro in materia di sicurezza per la realizzazione entro il 2011 di 23 nuove caserme in Lombardia (5 già realizzate); progetti a favore dei Comuni lombardi; progetti di formazione.

Per migliorare la sicurezza percepita, la Regione Lombardia ha finanziato 17 progetti per 700 milioni di euro.
Recentemente la Regione Lombardia ha varato un progetto di legge sulla Polizia locale, che intende dare una risposta significativa al bisogno di sicurezza sempre più avvertito dai cittadini soprattutto contro la microcriminalità, a sostegno della sicurezza ambientale, alimentare, stradale, del lavoro, ecc. Il progetto prevede una riorganizzazione della Polizia locale a livello regionale, verso l’integrazione delle funzioni, la condivisione delle informazioni e delle banche dati con gli organi dello Stato e con le istituzioni sul territorio, oltre al coinvolgimento del volontariato e dell’associazionismo nell’azione di prevenzione e di educazione alla legalità.

Lega: Bossi chiude la campagna elettorale a Bergamo

Roberto Pedretti BERGAMO -- Si concluderanno con Umberto Bossi in persona gli appuntamenti della Lega Nord a ...

Kebab rumorosi, Belotti: il comune prenda provvedimenti

Un Kebab BERGAMO -- “Le legittime proteste dei residenti nei pressi del kebab Zaher 2, al civico ...