iscrizionenewslettergif
Sport

Alpinismo: spedizione d’assi sulla Nord del Gasherbrum I

Di Redazione19 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Mondinelli durante una scalata vittoriosa

Silvio Mondinelli durante una scalata vittoriosa

BERGAMO — Assistere alla preparazione di una spedizione alpinistica è un po’ come stare a guardare la preparazione di una battaglia. Bidoni, tubi, corde, ramponi, tende, materiali, computer, sensori, giacche a vento e quant’altro, come si si dovesse partire per affrontare il nemico. Solo che in questo caso non ci sono nemici ma solo una sana competizione con la montagna. Si stanno preparando così Silvio Gnaro Mondinelli, Daniele Bernasconi, Mario Panzeri, Soro Dorotei, Michele Compagnoni ed Hervé Barmasse, che questa sera presenteranno a Bergamo la loro nuova sfida in alta quota.

Sono loro il dream team di guide alpine che la prossima estate attaccherà uno degli ultimi sogni himalayani, una delle ultime pareti inviolate di un ottomila: la Nord del Gasherbrum I. Gli alpinisti saranno guidati dal bergamasco Agostino da Polenza, deus ex machina del Comitato EvK2Cnr, emanazione diretta della ricerca scientifica in alta quota targata Ardito Desio.

“La spedizione segnerà la fine delle pareti inviolate degli 8000 – si legge nel breve annuncio di lancio della spedizione -. Dopo quest’avventura, tra i colossi himalayani non ci sarà più nessuna parete interamente inesplorata nulla di intentato, nulla di simile da raccontare. La spedizione alla Nord del GI è già storia”.

Incipit promettente per quella che pare un’impresa tutt’altro che scontata. La spedizione era stata annunciata da Da Polenza lo scorso ottobre a Bergamo, durante una serata dedicata all’amico scomparso Karl Unterkircher che, con Bernasconi e Compagnoni, aveva realizzato la prima salita alla Nord del Gasherbrum II nel luglio 2007. Le due Nord dei Gasherbrum sono un vecchio “pallino” di Da Polenza e Kurt Diemberger.

Per realizzarlo Da Polenza ha scelto alcuni degli alpinisti più famosi al mondo: Mondinelli che ha al suo attivo l’ein plein dei 14 ottomila, e poi i lecchesi Daniele Bernasconi e Mario Panzeri, il valtellinese Michele Compagnoni, il valdostano Hervè Barmasse e il veneto Soro Dorotei.

Atalanta, lettera aperta della Curva alla famiglia Ruggeri: vendete

Lo stadio di Bergamo BERGAMO -- Ecco la lettera aperta diffusa questa mattina alla stampa dai rappresentanti della tifoseria ...

L’Atalanta strapazza il Livorno: 3-0 al Comunale

Lo stadio di Bergamo BERGAMO -- Una vittoria importante per il morale, meno per la classifica. L'Atalanta batte in ...