iscrizionenewslettergif
Sport

Modulo e trasferta vietata: per l’Atalanta non cambia nulla

Di Redazione18 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lo striscione esposto a Parma dai tifosi dell'Atalanta

Lo striscione esposto a Parma dai tifosi dell'Atalanta

ZINGONIA — Cambieranno gli uomini, giocoforza, ma non il modulo. Le indicazioni emerse durante la sgambata del giovedì al Centro Bortolotti hanno confermato che anche contro il Livorno Mutti rimarrà ancorato al classico 4-4-2.

E’ vero che cambiare in corsa non è mai facile ma in quella che da più parti è definita la prima di due finali decisive per la storia di questa stagione, le possibilità di svolta sono affidate alla verve dei protagonisti. Prepariamoci dunque a vedere il doppio centravanti, Amoruso e Chevanton sono le uniche due punte a disposizione, nella speranza che i numeri finora impietosi vengano clamorosamente ribaltati da una prestazione sopra le righe.

Se il pugliese cerca la prima rete stagionale, l’uruguaiano ha la grande possibilità di cambiare i giudizi negativi delle ultime uscite e per farlo diventa fondamentale mettersi a disposizione del gruppo. Padoin e Valdes sulle fasce con De Ascentis e Guarente al centro dovranno gestire la sfida nella zona nevralgica del gioco mentre dietro c’è solo il dubbio Bellini: la caviglia non è apposto, il lavoro differenziato prosegue ma alla fine giocherà insieme a Manfredini, Bianco e Garics davanti a Consigli.

Proprio mentre Mutti guidava sul campo la partitella in famiglia, il CASMS ratificava le ultime indicazioni dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive vietando la prossima trasferta sul campo della Juventus. Decisione fastidiosa ma francamente attesa quella presa nella riunione di Roma e la sensazione diffusa è che da qui alla fine succederà sempre così: le nove trasferte già vietate molto probabilmente diventeranno dodici. Difficile infatti pensare che Milano, Roma e Napoli vengano ritenute prive di rischi.

Fabio Gennari

Scatta l’ora di Chevanton: abbiamo carattere, dobbiamo vincere

Ernesto Chevanton ZINGONIA -- Da lui, ci si aspettava di più. Qualcuno forse molto, altri magari meno ...

Nuoto, Rari Nantes: gara fra disabili e normodotati

Gara internazionale alle piscine Italcementi BERGAMO -- Si terrà domenica 21 marzo a Bergamo, alle piscine Italcementi, il XII Meeting ...