iscrizionenewslettergif
Politica

Il Pd propone patto bipartisan per l’Accademia della Guardia di Finanza

Di Redazione18 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il progetto della nuova Accademia della Guardia di finanza

Il progetto della nuova Accademia della Guardia di finanza

BERGAMO — Una lettera aperta per chiedere un patto bipartisan fra centrosinistra e centrodestra per l’Accademia della guardia di Finanza. L’hanno sottoscritta i deputati del Partito Democratico Misiani e Sanga, il segretario regionale Martina, i consiglieri regionali Benigni e Saponaro, la capogruppo in comune Carnevali, i consiglieri provinciali Rossi e Vergalli.

“Proponiamo un Patto bipartisan per riavere i 245 milioni di euro per la nuova Accademia della Guardia di Finanza a Bergamo – dicono gli esponenti del centrosinistra -. Di tanto in tanto, a Roma si parla di ritrovare un clima di serenità e rispetto fra le forze politiche e di collaborazioni bipartisan per le grandi riforme che servono all’Italia.Poi, a Roma, più nulla. A Bergamo siamo abituati ad essere concreti.
Bergamo è una città onesta che contribuisce in misura significativa al PIL e alle tasse dell’Italia”.

La scelta di affossare il progetto arriva direttamente dal governo che ha dirottato i finanziamenti per l’opera sulle emergenze di L’Aquila e della Calabria. Ma il centrosinistra insiste: “A Bergamo è prevista la costruzione della nuova Accademia Nazionale della Guardia di Finanza. Si tratta di 245 milioni di euro che da Roma tornano sulla nostra città per realizzare un’opera importantissima, di valenza nazionale, con un indotto importante, strategica per lo sviluppo futuro della nostra città. Quando il cantiere stava ormai per partire, dopo aver speso già quasi un milione di euro, a carotaggi effettuati, i finanziamenti per quest’opera sono spariti. Dopo la beffa patita a gennaio, quando Catania e Palermo hanno ricevuto più fondi della nostra città in quanto città “virtuose”, oggi rischiamo che quest’opera non si realizzi più. Non è una questione di campanile, semplicemente non è giusto. Per questo invitiamo ad un patto bipartisan tutti i politici, al di là degli schieramenti, per impegnarsi ad ottenere l’immediato rifinanziamento dell’opera. Un impegno concreto. Bergamo se lo merita”.

“La scelta se fare o non fare questa grande opera spetta alla politica – conclude il Pd -. Allora tutti insieme facciamo la nostra parte per il bene di Bergamo”.

Pdl: 1000 bergamaschi (e forse di più) pronti alla manifestazione di Roma

La storica manifestazione di Piazza San Giovanni BERGAMO -- Sarà una manifestazione imponente. Silvio Berlusconi conta di portare a Roma, il prossimo ...

Il sottosegretario agli Interni Mantovano al Cristallo Palace

Alfredo Mantovano BERGAMO -- Continuano le visite in città di onorevoli ed esponenti di governo a sostegno ...