iscrizionenewslettergif
Bassa

Si sente truffato da un’agenzia finanziaria: albanese sequestra il titolare

Di Redazione17 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Si sentiva truffato dalla finanziaria e ha sequestrato il titolare

Si sentiva truffato dalla finanziaria e ha sequestrato il titolare

PONTOGLIO — I soldi, si sa, possono dare alla testa. Soprattutto se si ha la sensazione di averli persi ingiustamente. E così un piastrellista albanese di 26 anni, che aveva versato 2700 euro a un’agenzia finanziaria senza ottenere il mutuo che aveva richiesto si è sentito truffato è ha sequestrato per alcune ore il titolare dell’ufficio.

E’ accaduto lunedì a Pontoglio. La vicenda ha un prologo lungo tre anni. Risale infatti al 2007 la richiesta di un mutuo immobiliare da parte dell’immigrato, regolare e residente in Italia, a un’agenzia finanziaria di Lonato. Il piastrellista versa i 2700 euro per comprare una casa, ma passano sei mesi e il rogito non viene fatto e quindi niente mutuo. L’albanese tenta con una seconda pratica, sempre con la stessa finanziaria. Ma anche in questo caso, nisba. Alla fine decide di rivolgersi a un’immobiliare di Pontoglio e i soldi arrivano.

Sentitosi truffato, l’immigrato tenta di recuperare i suoi soldi dalla finanziaria. Convoca il titolare a Pontoglio e con un amico, nella sede dell’immobiliare, minaccia pesantemente il promotore finanziario – un 34enne del Bresciano – che si era preso i suoi 2700 euro senza elargire il mutuo.

Ne scaturisce l’ennesimo litigio, ma stavolta l’albanese perde la testa e costringe il promoter a rimanere lì per due ore, minacciandolo di morte e di scioglierlo nell’acido, mentre il titolare dell’agenzia immobiliare di Pontoglio, ignaro di tutto, non può fare nulla per intervenire.

Le minacce vanno avanti fino a quando il 34enne ammette il presunto torto e chiede alla socia di portare i soldi reclamati dal piastrellista. La donna nel frattempo fa intervenire la polizia, L’appuntamento è nelle vicinanza del casello della A4 di Palazzolo. Gli albanesi ci vanno con il sequestrato ma ad aspettarli, oltre alla donna, trovano la polizia che per bloccare la loro fuga spara due colpi in aria.

Il pistrellista viene arrestato, mentre il complice riesce a fuggire ed è ricercato.L’albanese è finito in carcere con l’accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione.

Violenta e picchia la ex moglie, poi incolpa l’amante di lei

L'intervento dei Carabinieri BERGAMO -- Avranno di che lavorare gli investigatori che stanno seguendo il caso di un ...

Incendio all’ospedale di Romano: 200 degenti evacuati

Il tetto dell'ospedale dopo lo spegnimento delle fiamme ROMANO DI LOMBARDIA -- Un incendio è divampato questa mattina intorno alle 9 all'ospedale di ...