iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl: 1000 bergamaschi (e forse di più) pronti alla manifestazione di Roma

Di Redazione17 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La storica manifestazione di Piazza San Giovanni

La storica manifestazione di Piazza San Giovanni

BERGAMO — Sarà una manifestazione imponente. Silvio Berlusconi conta di portare a Roma, il prossimo sabato, qualcosa come 500mila sostenitori del Popolo della Libertà. E di questi, almeno mille saranno bergamaschi.

Nella sede del coordinamento provinciale del Pdl di Bergamo fervono i preparativi per quella che si annuncia una vera e propria spedizione dei “mille”. “I pullman in partenza da Bergamo saranno tantissimi – spiega il consigliere provinciale Alessandro Sorte -. Non siamo ancora in grado di dare cifre precise perché arrivano richieste in continuazione. I bergamaschi che andranno a Roma potrebbero essere anche più di mille, molti di più se calcoliamo anche treni e aerei che in questo momento non siamo in grado di valutare”.

L’obiettivo, neanche tanto nascosto, del Popolo della Libertà è quello di riportare a Roma tanta gente quanta alla manifestazione del 2 dicembre 2007, quando in piazza San Giovanni arrivarono due milioni di persone. “Devo essere sincero – continua Sorte – sto notando lo stesso entusiasmo di quella volta, con una differenza: quel giorno in piazza c’erano i militanti del partito, stavolta c’è anche tantissima gente comune”.

Insomma, la potente macchina organizzativa che trasformò un imprenditore nel Primo ministro, è in pieno movimento. Le cifre diffuse dalla sede romana del Pdl parlano di tremila pullman da tutta Italia, 3 i treni speciali – due Freccia Rossa da Torino ribattezzati per l’occasione “Freccia Azzurra” – un traghetto dalla Sardegna e svariati charter.

Ieri intanto a Piazza San Giovanni è stato allestito il grande palco di 400 metri quadrati. Due cortei partiranno dal Circo Massimo e da Largo Colli Albani (quest’ultimo organizzato dal movimento giovanile e guidato dal ministro Giorgia Meloni), per confluire in piazza dove Silvio Berlusconi dalle 18 terrà uno dei suoi comizi. Al suo fianco, i 13 candidati governatori del Pdl, ai quali il premier farà firmare un “patto” governo-Regioni.

La colonna sonora dell’evento, come nella Piazza San Giovanni del 2 dicembre 2006, è affidata all’orchestra targata Mediaset di Demo Morselli. A San Giovanni ci sarà anche il debutto dei “promotori della libertà”, la nuova guardia scelta che il Cavaliere ha affidato alla Brambilla. Gianfranco Fini, in quanto presidente della Camera, non potrà esserci. Ma nel breafing con i suoi di ieri mattina, al primo piano di Montecitorio, ha chiesto massima mobilitazione.

Scotti (Pdl): rilanciare l’agricoltura attraverso la qualità dei nostri prodotti

I prodotti della terra bergamasca BERGAMO -- "Chiamiamoli mercati del contadino, mercati a filiera breve o mercati a km zero, ...

Il Pd propone patto bipartisan per l’Accademia della Guardia di Finanza

Il progetto della nuova Accademia della Guardia di finanza BERGAMO -- Una lettera aperta per chiedere un patto bipartisan fra centrosinistra e centrodestra per ...