iscrizionenewslettergif
Poesie

“Di fronte all’Africa” di Hermann Hesse

Di Redazione11 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Aver casa è un bene
dolce il sonno sotto il proprio tetto
figli, giardino e cane.

Ma certo appena ti sei riposato dall’ultimo viaggio
la lontananza t’insegue con nuove lusinghe.

Meglio è patire di nostalgia di casa
e sotto le alte stelle, solo,
riposare con la propria melanconia.

Avere e riposare può soltanto,
chi ha il cuore tranquillo,
mentre il viandante sopporta fatiche e difficoltà
con sempre delusa speranza.

In vero più lieve è il tormento di andare,
più lieve che trovar pace nelle valli di casa,
dove tra le gioie e le solite cure
solo il saggio sa costruire la propria felicità.

Per me è meglio cercare e mai trovare
che legarmi, caldo e stretto a quanto mi è accanto,
perché anche nel bene, su questa terra
sono solo ospite, mai cittadino.

“Sorgente” di Alda Merini

parkAh, non fate che il sole mi sorprenda coi suoi giubili pieni né mostratemi parchi gioiosamente in crescita ...

“La vita…è ricordarsi di un risveglio” di Sandro Penna

risveglioallalba La vita ...è ricordarsi di un risveglio triste in un treno all'alba: aver veduto fuori la luce ...