iscrizionenewslettergif
Politica

Liste escluse: Pdl e Lega in piazza a Roma il 20 marzo

Di Redazione10 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA — ”Siamo qui per reagire all’assoluta disinformazione data riguardo alle vicende del Pdl a Roma. Voglio dire subito che in quello che accaduto non vi è stata alcuna responsabilità ricondiucibile ai nostri dirigenti e funzionari”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa a Roma, a proposito della vicenda delle liste per le regionali.

”E’ stata posta in atto una gazzarra da parte di altre liste, in particolare dai Radicali, con la scusa che fosse in atto una manomissione delle liste. La gazzarra ha costretto i contendenti ad allontanarsi”. Berlusconi spiega perchè ”sia stato impedito” ai rappresentanti delle liste del Pdl di consegnare le liste per il partito per la Provincia di Roma, in vista delle elezioni regionali del Lazio.

“Milioni e Polesi chiedevano l’intervento del magistrato ma con loro grande sorpresa, il dottor Diamanti, con l’aiuto di Anna Argento, decideva incredibilmente che erano esclusi, asserendo che si trovavano oltre una linea di un centimetro in questo grande salone”. Così il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ricostruisce l’esclusione della lista del Pdl alla Provincia di Roma, alle elezioni regionali del Lazio.

”Non prevediamo uno slittamento del voto non lo abbiamo mai pensato e in caso di estromissione della lista del Pdl di Roma concentreremo tutti sforzi per far prevalere Renata Polverini”. Anche se a dire il vero, il decreto di slittamento era già pronto sul tavolo del premier: prevedeva il rinvio all’8 maggio, solo che Napolitano era contrario.

”Dopo tante manifestazioni della sinistra e dintorni ho ceduto anche io alla richiesta di molti deputati, coordinatori regionali e provinciali, di indire una manifestazione in difesa del diritto di voto che presumibilmente si terrà il 20 marzo a Roma” ha continuato Berlusconi.

Berlusconi ha ricevuto l’appoggio della Lega che sarà i piazza accanto al premier. Questa sera all’inaugurazione di una sede della Lega Nord a Parabiago, Bossi, rispondendo a chi gli chiedeva se la Lega partecipasse alla manifestazione, ha detto testualmente: “Non abbandoniamo Berlusconi. Come si fa – ha aggiunto – a fare una porcheria del genere?”.

Intanto Bersani, forse temendo una dimostrazione di Forza del centrodestra, apre al dialogo. ”A questo punto il centrodestra rinunci a proseguire nei suoi ricorsi – ha detto – e noi d’accordo con il candidato Penati siamo pronti a fermare il ricorso in Lombardia. E’ ora di creare un clima in cui finalmente si possa parlare delle cose che interessano ai cittadini”.

Il ministro La Russa sabato a Bergamo

Ignazio La Russa BERGAMO -- le elezioni si avvicinano ed è tempo di big della politica a Bergamo. ...

Liste provinciali: l’Idv in pole, Pdl al quinto posto, Lega al settimo

Antonio Di Pietro BERGAMO -- Sarà l'Italia dei Valori ad avere la pole position nella lista provinciale per ...