iscrizionenewslettergif
Politica

Mazzoleni (Udc): bene le linee programmatiche ma resta qualche perplessità

Di Redazione5 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il capogruppo dell'Udc in consiglio comunale Giuseppe Mazzoleni

Il capogruppo dell'Udc in consiglio comunale Giuseppe Mazzoleni

BERGAMO — Le linee programmatiche rese note nei giorni scorsi dalla Giunta Tentorio sono “soddisfacenti nei contenuti” ma destano qualche perplessità sugli obiettivi e le risorse per raggiungerli. E’ il giudizio dell’Udc che, per voce del consigliere comunale ed ex candidato sindaco Giuseppe Mazzoleni ha precisato oggi la sua posizione.

“Le linee programmatiche dell’amministrazione per il mandato 2009-2014 – si legge in comunicato – ci sono state presentate nei giorni scorsi dal sindaco e dalla Giunta comunale. La sintesi dei grandi temi espressi nel documento si può riassumere in: Bergamo solidale, sicura, che cresce nella tradizione, con grandi opere e turistica. Temi sicuramente importanti, fondamentali e strategici per la nostra città, per la nostra economia e per una miglior vivibilità; temi assolutamente condivisibili che hanno trovato spazio anche nel mio programma elettorale”.

“Leggendo in modo più approfondito le circa 100 pagine del documento con uno spirito di sano pragmatismo e con la volontà di assoluta collaborazione, ci si rende subito conto che alcuni assessori hanno affrontato le tematiche di propria competenza in modo articolato ed in alcuni casi anche con minuzia di particolari. Mi riferisco in particolare, ma non solo, alle tematiche del “sociale”, alle “politiche per la casa”, agli aspetti dell’housing sociale e all’edilizia residenziale pubblica, alle infrastrutture per la mobilità, all’urbanistica etc”, spiega Mazzoleni.

“Qualcuno invece ha semplicemente riportato in modo sintetico le proprie intenzioni. Quindi se per alcuni aspetti sono soddisfatto dei contenuti espressi nelle linee programmatiche, esprimo alcune perplessità su quali siano realmente gli obiettivi prioritari, le risorse necessarie e tempi per raggiungerli; insomma non mi pare che le variabili importanti dei progetti esposti vengano estrinsecate e pertanto restando un po’ nel vago si rischia di non far decollare realmente le belle idee”.

“E’ certamente molto bello avere il libro dei sogni dove possiamo scrivere le migliori idee ed immaginare tanti progetti importanti e utili ai nostri concittadini – continua il capogruppo dell’Udc in consiglio comunale – ma credo sia fondamentale e utile tracciare le priorità, i tempi necessari per realizzarle e definire soprattutto le risorse da destinare. Solo in questo modo potremo definire un programma concreto di attività e di progetti che possono essere realizzati e misurati nel tempo rispetto alle intenzioni”.

“Non credo sia utile a nessuno misurare i progetti solo nel 2014, ma credo fermamente che la loro misurazione rispetto all’obiettivo debba essere continua e costante; solo in questo modo possiamo veramente cercare di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. Spero che i consigli sopraesposti, che vogliono essere di tipo costruttivo, possano essere presi in seria considerazione dall’amministrazione”, conclude Mazzoleni.

Caos Liste: stasera Consiglio dei ministri, rispunta l’ipotesi decreto

Silvio Berlusconi le sta provando tutte ROMA -- "Contrariamente alle voci false che girano in questi minuti, il Cdm si fa ...

Caos liste risolto da un decreto. Berlusconi: ridiamo il diritto di voto agli italiani

Silvio Berlusconi ROMA -- La vicenda delle liste annullate è arrivata a una conclusione. Calata dall'alto, ma ...