iscrizionenewslettergif
Politica

Lista Formigoni: attesa spasmodica per il verdetto della Corte

Di Redazione3 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

MILANO — Sono ore di febbrile attesa nei corridoi della politica lombarda. È attesa per oggi, infatti, la sentenza della corte d’appello in merito al ricorso presentato contro l’esclusione della lista Formigoni per le regionali del 28 e 29 marzo.

A depositare il dossier di 12 pagine, poco prima di mezzogiorno di ieri, il coordinatore lombardo del Pdl Guido Podestà, il suo vice Massimo Corsaro e il coordinatore nazionale Ignazio la Russa. E proprio sulla presenza del ministro La Russa che si consuma il battibecco con il l’avversario, ovvero il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Filippo Penati, anche lui finito nel mirino dei Radicali per presunte irregolarità nelle firme.

“Formigoni è talmente tranquillo – ironizzava in mattinata Penati riferendosi alla presenza di Ignazio La Russa in corte d’appello – che ha sentito l’esigenza di far intervenire l’esercito”. “Lo sanno anche i bambini – ha replicato secco Formigoni – che La Russa è il coordinatore nazionale del Pdl. Penati non sa più a cosa attaccarsi, ma un suggerimento potrei darglielo io”.

La tensione dunque è alta, anche se Formigoni ostenta serenità e ottimismo. “Abbiamo presentato un’istanza di riesame – spiega Corsaro – e l’esposto è stato argomentato in base a sentenze precedenti che dimostrano come le firme siano perfettamente regolari”.

Calderoli: sul decreto anticorruzione gli italiani sono con me

Roberto Calderoli ROMA -- "Nonostante le tragicomiche e infondate ricostruzioni giornalistiche apparse oggi su alcuni quotidiani circa ...

Scotti Foglieni all’attacco: il Pdl Bergamo gestito come una monarchia

Carlo Scotti Foglieni durante il suo discorso registrato dalle telecamere di Bergamosera.com BERGAMO -- "Non condivido il modo in cui è stato gestito il partito a Bergamo ...