iscrizionenewslettergif
Politica

Debacle nel centrodestra. La Corte decide: fuori la lista Formigoni

Di Redazione3 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

MILANO — Con una decisione clamorosa la Corte d’Appello di Milano non ha ammesso la “Lista per la Lombardia” di Roberto Formigoni alle elezioni regionali lombarde, respingendo dunque il ricorso presentato contro l’esclusione. Intanto, il vicecoordinatore regionale del Pdl Massimo Corsaro ha annunciato l’intenzione di ricorrere al Tar.

Il problema è che, anche con un pronunciamento del Tar, a cui certamente farà seguito un ricorso al Consiglio di Stato, i tempi si allungano in maniera spropositata e la data delle elezioni è fra 27 giorni. Formigoni, dunque, è praticamente sull’orlo del baratro. Lo sono anche le liste a lui collegate, di Lega e Pdl. Così come sull’orlo del baratro istituzionale è la nostra Regione, una delle più ricche e industrializzate del mondo, che resta senza rappresentanza politica per i ceti imprenditoriali e produttivi nel bel mezzo di una crisi economica di portata epocale.

I giudici dell’Ufficio centrale della Corte d’Appello avevano decretato l’esclusione della lista per l’irregolarità di 514 firme. Le sottoscrizioni valide dunque restavano 3421, contro le 3500 necessarie. Ieri i rappresentati della lista hanno presentato ricorso rispondendo, punto su punto, alle quattro eccezioni sollevate dalla corte d’appello: la mancanza del timbro tondo sui moduli, della data e del luogo dell’autentica di alcune firme, e della mancanza di qualifica degli autenticatori delle firme stesse.

Lo stesso collegio, che aveva emesso il primo provvedimento di esclusione, si è pronunciato anche oggi, come peraltro dice la legge. E anche oggi in maniera contraria.

Arnoldi: l’unica soluzione è una “leggina” sul quorum

Gianantonio Arnoldi BERGAMO -- Mentre sono ore di febbrile attesa per la sentenza del Tar che potrebbe ...

Saffioti sulle liste: rigidità inusuale e mirata nelle verifiche

Carlo Saffioti BERGAMO -- Il consigliere regionale, coordinatore provinciale autosospeso del Pdl, Carlo Saffioti,interviene in merito alle ...